Croce Azzurra, parte il corso per nuovi volontari a Ferriere

La Pubblica Assistenza Valnure organizza nel capoluogo dell’Alta Valnure il corso da domenica 18 ottobre. Villa: «Abbiamo bisogno di più gente del posto per garantire i turni»

È già partito nei giorni scorsi a Pontedellolio il corso per volontari della Pubblica Assistenza Valnure. “Le adesioni – informa Giorgio Villa, presidente della PaV - al momento, non sono state sui numeri degli scorsi anni. Siamo sui 15 aspiranti volontari, mentre al corso che viene annualmente organizzato di solito si presentano in 20-30». Il calo è motivato dalla situazione legata al Covid. «Pensavamo anche a un crollo ancora più grave degli interessati – aggiunge Villa -, la gente ha paura in questo momento. Capisco, il momento non è facile. È capitato anche a noi di andare a prendere persone che non pensavano di non essere contagiate e, una volta raggiunto il pronto soccorso, sono state invece riscontrate positive in seguito al tampone. Abbiamo volontari che vengono da anni che hanno un po’ di timore, è comprensibile tutto questo». A Pontedellolio comunque la Pubblica Assistenza rimane su numeri importanti. «Siamo in 200 volontari, sono decenni che manteniamo questo trend. Ma una decina di ingressi all’anno ci vogliono, perché dieci che, per varie ragioni (per età, per motivi familiari, per problemi di salute o di lavoro) che escono ci sono sempre. Quindi il ricambio è necessario, l’associazione vede ogni anno persone che arrivano e che vanno».

ORA PARTE IL CORSO A FERRIERE

Dopo la partenza del corso a Pontedellolio, domenica 18 ottobre alle 18.30 nella sala consiliare inizia anche il corso per volontari a favore della Croce Azzurra di Ferriere (che fa parte della Pa Valnure). La presentazione del corso per soccorritori, per trasporti ordinari e sportivi e per la protezione civile, si terrà nella sala consiliare del Comune intitolata a Giovanni Malchiodi. Per partecipare (o chiedere informazioni) si può telefonare allo 0523-877988 (l’e-mail è info@pubblicavalnure.it).

«Dopo la fusione dello scorso anno – spiega sempre il presidente Villa - questo è il primo corso che portiamo avanti a Ferriere. Sarà un’incognita il numero di partecipanti, speriamo che la popolazione sia interessata. Noi stiamo facendo uno sforzo immane per copre tutti i turni dei weekend nel capoluogo dell’Alta Giorgio Villa-2Valnure. Abbiamo bisogno soprattutto della gente per svolgere i servizi ordinari, da Ferriere a Piacenza. Servirebbe gente del posto, perché è dura per noi volontari di Vigolzone e Pontedellolio dover salire a Ferriere per caricare la gente, portarla a Piacenza, ritornare su e poi smontare il turno e fare ritorno a casa nella bassa Valnure. Sono 200 chilometri ed è un costo anche per l’associazione. Vedere impegnata più gente di Ferriere sarebbe meglio per tutti. Poi noi, come Pubblica Valnure, ci siamo per dare una mano, ma preferiremmo avere più volontari in loco. Adesso i numeri sono un po’ troppo sbilanciati».

Villa prova a chiarire. «Se un nuovo volontario si sente di coprire un turno al mese va già benissimo. Io, ad esempio, a Ferriere vengo a coprire solitamente un turno alla fine del mese. Ci basta questo, e ricordiamo che saranno sempre affiancati da soccorritori esperti nelle fase iniziali, così prendono confidenza con l’ambulanza e con il soccorso».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Pubblica Assistenza si aspetta di vedere gente nuova nel capoluogo dell’Alta Valnure. «Abbiamo scelto di organizzare il corso alla domenica sera – precisa Villa - per cercare di avere più interessati possibili. C’è bisogno di recuperare volontari. Anche perché quest’estate ce la siamo cavata, ma non c’erano feste ed eventi dove occorreva la nostra presenza. Sappiamo che a Ferriere a luglio e agosto sono tanti gli eventi da coprire, in previsione di una futura ripresa degli eventi è necessaria una presenza più massiccia di volontari del posto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento