Più di cento idee di riuso per il futuro dell’aeroporto di San Damiano

L’iniziativa si è conclusa il 31 maggio e per più di cinque mesi ha tenuto accesi i riflettori dell’opinione pubblica sulle nuove possibili destinazioni d’uso di questo grande complesso

Cittadini, associazioni, imprese locali e non: sono stati 131 i partecipanti alla consultazione pubblica per immaginare il futuro dei diversi immobili inseriti nel perimetro dell’aeroporto di San Damiano, in provincia di Piacenza. L’iniziativa si è conclusa il 31 maggio e per più di 5 mesi ha tenuto accesi i riflettori dell’opinione pubblica sulle nuove possibili destinazioni d’uso di questo grande complesso di 2,8 milioni di metri quadri in cui sono dislocati, oltre alle infrastrutture aeroportuali, diversi fabbricati, tra cui magazzini, alloggi e depositi. Come coniugare le esigenze di sviluppo dell’area con le richieste e le istanze che provengono dalla comunità locale? Questa e altre domande saranno al centro dell’incontro previsto per lunedì 11 giugno a partire dalle 16.30 all’interno della zona aeroportuale: un momento di confronto in cui i rappresentanti delle istituzioni coinvolte nell’operazione illustreranno le idee, i suggerimenti e le proposte ricevute durante la consultazione pubblica e discuteranno insieme ai cittadini i prossimi passi da intraprendere per garantire la rigenerazione e il riuso dell’aeroporto di San Damiano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento