rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Studenti

Il primo fantasy di due fratelli liceali: «Il nostro mondo inventato pezzo per pezzo»

Accaniti lettori, Lorenzo e Federico hanno iniziato a lavorare al romanzo durante il lockdown, poi la revisione e la pubblicazione con l’aiuto dei genitori: «Stiamo già pensando al seguito»

La prima bozza risale al 2020, complici il lockdown e «le giornate un po' interminabili, in cui non sapevamo cosa fare». Lorenzo aveva 14 anni, Federico 12. Insieme ai due fratelli piacentini, oggi entrambi liceali, è cresciuta anche l’avventura pensata e poi scritta a quattro mani: “La riconquista del Regno”. «Un romanzo di formazione, amicizia e speranza», ma soprattutto «l’esordio letterario di due ragazzi amanti del Fantasy», alias Lorenzo e Federico Gravante, come recita la presentazione del volume, prodotto di self-publishing disponibile in formato cartaceo e digitale dal 25 settembre scorso.

«Dal momento in cui il libro ha iniziato a prendere forma abbiamo pensato di condividerlo con gli altri» spiegano gli autori (nella foto sopra), supportati nella revisione dai genitori, in particolare papà Alex che oltre ad occuparsi della pubblicazione, ha trasmesso loro l’interesse per la letteratura fantasy. A premessa c’è il tempo dedicato ad un’attività che bambini e giovani sono spesso accusati di trascurare: «In effetti - raccontano - i nostri amici e conoscenti non sono molto inclini alla lettura, almeno la maggior parte, diciamo che è più una cosa di nicchia. A noi è sempre piaciuto molto leggere, fin da piccoli, soprattutto i libri di questo genere; il modello di riferimento è “Il signore degli anelli” di Tolkien, il nostro preferito, ma anche la saga “Eragon”, più recente, ci è piaciuta molto. È una passione condivisa che poi abbiamo sentito il bisogno di esprimere. Abbiamo iniziato a creare il nostro fantasy un po' per gioco, non sapevamo se ci saremmo riusciti».

Poco alla volta la storia, popolata di creature e scenari fantastici come vuole il genere, ha iniziato a prendere forma: «È un mondo inventato, creato pezzo per pezzo. Il punto di riferimento è l’Europa medievale, abbiamo letto altri libri ambientati in quel periodo per raccogliere informazioni e approfondire». Sullo sfondo la lotta tra il bene e il male, «ma è anche una storia di formazione, coraggio e speranza», passata al vaglio di consigli e opinioni di amici e conoscenti, prima di approdare alla versione finale, lanciata anche con un book trailer accompagnato dal pianoforte suonato da Federico.

L’idea che la scrittura possa diventare un giorno una professione per ora è lontana: «Non ci abbiamo mai pensato, però stiamo già lavorando al seguito, appena terminato il primo abbiamo sentito il bisogno di ricominciare. Sicuramente è una passione da portare avanti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il primo fantasy di due fratelli liceali: «Il nostro mondo inventato pezzo per pezzo»

IlPiacenza è in caricamento