rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità Ferriere

Da Torrio a Santo Stefano, domenica 31 si rinnova l’antico rituale della transumanza

Domenica 31 ottobre le mandrie che per diversi mesi hanno alpeggiato in Alta Valnure sulle praterie del monte Crociglia abbandonano i pascoli in quota e si spostano a Santo Stefano d’Aveto

Domenica 31 ottobre le mandrie che per diversi mesi hanno alpeggiato in Alta Valnure sulle praterie del monte Crociglia, a circa 1500 metri di altitudine, abbandonano i pascoli in quota e si spostano a Santo Stefano d’Aveto nelle stalle della Azienda Agricola Monteverde. Da anni il trasferimento è accompagnato da una spettacolare festa agreste animata da tante persone. Tra le 7.30 e le 9 la mandria di bovine si concentrerà a Torrio Val d’Aveto (Ferriere, altitudine circa 1100 metri) per poi percorrere in “corteo”, passo dopo passo, i sei chilometri che separano la località dalla ligure Santo Stefano d’Aveto, dove alle 10,15 avrà luogo una “Gara di rotolamento balloni di fieno”. L’arrivo della mandria è previsto alle 11,30. Per l’occasione ristoranti con menu speciale, stand gastronomici con servizio da asporto e mercatino prodotti artigianali e a km zero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Torrio a Santo Stefano, domenica 31 si rinnova l’antico rituale della transumanza

IlPiacenza è in caricamento