rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

Da venerdì 26 marzo può ripartire l'attività dei toelettatori di animali

Appuntamento preventivo, autodichiarazione del proprietario che l’animale non convive con persone in quarantena o affette da Covid-19, distanziamento sociale e dispositivi di protezione sono alcune delle limitazioni previste dall'ordinanza regionale

Da domani, venerdì 26 marzo, in tutta l'Emilia-Romagna i toelettatori di animali potranno riprendere la loro attività. Lo ha deciso la Regione con un’ordinanza firmata oggi dal presidente Stefano Bonaccini, che regola i servizi di cura degli animali da compagnia (identificati dal codice Ateco 96.09.04), non espressamente sospesi dal Dpcm a differenza di quelli alla persona, fissando le dovute limitazioni. Potranno infatti farlo solo previo appuntamento e con autodichiarazione da parte del proprietario che l’animale non convive con persone poste in quarantena o affette da Covid-19. L’ordinanza stabilisce inoltre che l’attività possa svolgersi esclusivamente con modalità che non prevedano l’ingresso dei clienti nei locali dell’esercizio, limitando all’essenziale i contatti tra addetti e clienti e utilizzando i mezzi di protezione personale anche durante i contatti con l’animale. Va sempre garantito il distanziamento sociale. Il provvedimento è in vigore da domani 26 marzo 2021 e fino al termine della dichiarazione di stato di emergenza nazionale fissato dal Governo, ogni qualvolta l’Emilia-Romagna venga classificata come zona rossa, dove si trova in questo momento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da venerdì 26 marzo può ripartire l'attività dei toelettatori di animali

IlPiacenza è in caricamento