Attualità Via Roma

Palazzo Costa, il 16 dicembre visite guidate al racconto della Natività e della Maternità

L’Ente Museo Palazzo Costa offre, alle 17 e alle 18, l’opportunità di visite guidate, gratuite su prenotazione fino ad esaurimento posti, al racconto della Natività e della Maternità nelle collezioni artistiche di Palazzo Costa,  in via Roma 80. Info:  palazzocosta@virgilio.it

L’Ente Museo Palazzo Costa – Fondazione Horak in collaborazione con U.P.A. – Unione Provinciale Artigiani, domenica 16 dicembre offre, alle 17 e alle 18, l’opportunità di visite guidate, gratuite su prenotazione fino ad esaurimento posti, al racconto della Natività e della Maternità nelle collezioni artistiche di Palazzo Costa,  in via Roma 80. Info:  palazzocosta@virgilio.it.

Il palazzo venne commissionato prima del 1688 dalla famiglia Costa, fiorenti mercanti e banchieri di origine genovese. Nel 1880, con la morte del conte Giacomo, palazzo Costa passò al figlio adottivo Pietro Ceresa, poi ai banchieri Raguzzi. Nel 1934 venne acquistato dai Maggi, mentre attualmente la proprietà è condominiale. Il palazzo, che segue il consueto schema ad U molto diffuso nelle dimore barocche emiliane, presenta una rilevante facciata in raffinato stile Rococò della metà del XVIII sec. Attraversando il sontuoso ingresso si accede al cortile e al giardino ornato di statue e balaustre. Alla sinistra dell’interno del palazzo è collocata una straordinaria scala ellittica formata da gradini in granito disposti a ventaglio e inseriti a sbalzo nei muri portanti dell’edificio (uno dei rari esempi di scala elicoidale in Emilia), mentre nell’ala di destra è inserito, quasi fosse una macchina teatrale, l’imponente e scenografico scalone d’onore, di probabile ideazione bibienesca, che conduce al primo piano - o piano nobile – dove a lato della Galleria nella quale è esposta una rara collezione completa delle incisioni di soggetto architettonico e teatrale realizzate da Giuseppe Galli Bibiena per l’Imperatore Carlo VI, si incontra il salone decorato dal noto ciclo di affreschi di Ferdinando Galli Bibiena e Giovanni Evangelista Draghi.

Nelle successive sale del piano nobile è aperto al pubblico per visite guidate gratuite il museo Palazzo Costa della Fondazione Horak, una delle più significative realtà museali dedicate al Barocco presenti a Piacenza, dove sono esposti importanti dipinti seicenteschi (Salvator Rosa, Carlo Dolci, Luca Giordano, Antoon van Dyck, Gian Giacomo Barbelli ecc.) oltre ad una nota versione della “Madonna dei fusi” riferibile alla bottega di Leonardo da Vinci e a diverse sculture che spaziano dal XIV secolo al seicento.  Il museo è aperto tutto l’anno per visite guidate gratuite su prenotazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Costa, il 16 dicembre visite guidate al racconto della Natività e della Maternità

IlPiacenza è in caricamento