Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

Dopo 11 anni ha cessato l’attività il baby parking “Le petit prince”

Luogo accogliente per tanti bimbi, da quelli che gattonavano a quelli più sicuri di loro stessi

Nei giorni scorsi ha chiuso i battenti l’asilo della prima infanzia, o meglio il Baby parking, “Le petit prince”, struttura privata fiore all’occhiello della formazione primaria nella città. Alla base della decisione il traguardo pensione della titolare e, forse, anche la difficoltà” a passare la gestione a “mani affidabili”.  

La struttura situata nel centro storico della città tra le vie Borghetto e San Bartolomeo, era stata aperta nel settembre 2010. Si era presto accreditata come luogo ideale di custodia oraria occasionale: un “porto sicuro” per bimbi tra gli undici mesi e i cinque anni. Era stata pensata e creata da Nicole Bergonzi, diplomata nel settore socio-sanitario in Francia e dalla figlia Vanessa, insegnante di Arte. Operando con dedizione professionalità avevano istituito un servizio organizzato in modo flessibile, dando la possibilità di scegliere soluzioni di frequenza personalizzate alle necessità dei genitori e adatte all'età dei bambini in custodia. Un insieme di attenzioni caratterizzate da professionalità e amore che hanno garantito una serena permanenza ai tanti i bimbi accolti: da quelli che ancora gattonavano a quelli intimoriti dal lasciare la mamma, a quelli più sicuri di sé stessi che subito si muovevano quasi in autonomia, nel grande spazio disponibile: un ambiente sempre vigilato da occhi attenti, accogliente, sicuro, arredato e attrezzato per far trascorrere ai piccoli ospiti ore piacevoli tra giochi e attività didattiche.

baby parking0-1-2«Ho avuto la gioia – ci confida la signora Nicole - vedere i primi passi e sentire le prime parole di tanti bimbi; tutto questo mi dà una grande emozione. Essendo di madre lingua francese, ho insegnato qualche filastrocca e a contare in doppia lingua; abbiamo celebrato le festività natalizie, compleanni, carnevali e immortalato tutto in tante immagini ricordo. Conclusione in tutti questi anni ho lavorato solo con il passaparola e questo mi rende molto orgogliosa perché se sono felici i bambini lo sono anche le mamme alle quali devo un grande ringraziamento per avermi accordato la loro fiducia; questo “mestiere”, offre emozioni continue, ma si può fare solo con tanto amore, passione e pazienza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 11 anni ha cessato l’attività il baby parking “Le petit prince”

IlPiacenza è in caricamento