menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Durante l’influenza spagnola la mascherina l’aveva anche il gatto

La foto curiosa dal baule dei ricordi di Giampietro Comolli. La famiglia Barbieri in un’immagine aveva messo la mascherina anche al micio di casa

Dal baule dei ricordi di Giampietro Comolli è emersa questa curiosa immagine simbolo dell’influenza spagnola che ha contagiato l’Italia tra il 1918 e il 1920. Nella foto, in braccio a Carlo Barbieri (1875-1940), c’è il gatto, pure lui con la mascherina protettiva. La famiglia Barbieri, originaria di Monticelli-Caorso, si era trasferita a Sant’Antonio prendendo in affitto le stalle e caseggiati dove esercitava l’attività di allevamento e commercio di cavalli per l’esercito sabaudo già da decenni. La famiglia al completo porta la mascherina compreso i giovani figli. La madre nella foto è una Bergonzi (di Ferriere), sorella più giovane della madre di Enrico Fermi, da qui la parentela alla lontana dei Barbieri-Bergonzi-Fermi-Comolli.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento