menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco i nuovi cinque Maestri del Lavoro

Sono cinque i nuovi Maestri del Lavoro piacentini dell’anno 2020. Sono stati insigniti con decreto del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, della “Stella al Merito del Lavoro”

Sono cinque i nuovi Maestri del Lavoro piacentini dell’anno 2020. Sono stati insigniti con decreto del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, della “Stella al Merito del Lavoro”, per  singolari meriti di perizia, laboriosità, condotta morale e requisiti di anzianità di lavoro. Perdurando l'emergenza sanitaria dei contagi da Covid-19, non sono state ancora definite le modalità di consegna ufficiale delle onorificenze, la cerimonia solitamente avveniva il  1° Maggio a Bologna organizzata dalla Prefettura.

  1. Borreri Emanuela      ditta Douglas Chero S.p.A. Carpaneto P.no  (quadro)
  2. Del Monte Maria       ditta Artis Domus S.r.L. Piacenza  (Impiegato)
  3. Ferri Luigi                     ditta Motridal S.p.A. Piacenza    (Impiegato)
  4. Iondini Ernesto           ditta Zincatura e Metalli S.p.A. Piacenza  (Impiegato)
  5. Maiavacca Daniele    ditta Milven Tricot S.r.L. Abbiategrasso  (Quadro)

Borreri Emanuela, nata a Carpaneto Piacentino (PC) il  31/07/1967, diploma di ragioneria e perito commerciale, dipendente di Douglas Chero SpA dal 16 marzo 1990 a tutt’oggi, da impiegata a Quadro, complessivamente 33 anni di servizio. La candidata inizia a lavorare a 19 anni, dapprima presso la Ditta Biaggi Maria, poi presso la Ditta Devoti Mario per poi passare, nel 1990, alla DOUGLAS CHERO S.P.A., Azienda che opera nel settore metalmeccanico del mercato Oil & Gas, occupandosi della progettazione e costruzione di valvole per EMANUELA BORRERI-2impianti petrolchimici. La sig.ra Emanuela viene assunta come impiegata 4° livello con mansioni amministrative contabili e finanziarie, per poi passare nel corso degli anni al livello 8° con mansioni di Responsabile Amministrativo. In seguito ricopre la carica anche di Procuratore Aziendale. La signora Borreri gestisce attualmente un dipartimento composto da 6 persone e svolge questo lavoro con irreprensibile impegno, serietà e precisione, mettendo a disposizione dell’Azienda la sua vasta esperienza in materia contabile/fiscale e amministrativa. La storia dell’Azienda, purtroppo, è stata funestata da eventi tragici poiché, nel 2005 i soci e gli Amministratori sono scomparsi nel maremoto che ha devastato la Tailandia. A seguito di tali terribili fatti, ci sono stati importanti cambiamenti di assetto societario e amministrativo con la società che passa dalla Curatela alla Successione, per poi essere acquisita da un fondo di investimento nazionale che poi, a sua volta, l’ha ceduta al gruppo statunitense Cameron. Tutti contesti difficili e con caratteristiche molto diverse tra di loro nelle quali la signora Borreri ha sempre dimostrato di essere all’altezza della situazione, distinguendosi per senso di responsabilità, impegno, piena disponibilità, flessibilità al cambiamento. Parliamo di una lavoratrice di grande professionalità e notevole preparazione, giudizio condiviso da tutte le figure professionali che, a vario tiolo, sono entrate in contatto con la società. Successivamente, durante la crisi petrolifera del 2009/2010, anni di difficoltà e di record negativo di fatturato per l’azienda, la candidata si è distinta per senso del dovere e grande capacità di motivare le persone ad impegnarsi a dare il meglio di sé, contribuendo così al superamento del momento della difficile congiuntura economica. Punto di riferimento per tutti i colleghi che le riconoscono spiccate doti umane e morali, la signora Borreri ha saputo creare con dedizione e impegno un ambiente lavorativo positivo, mantenendo stabilità ed equilibrio per affrontare fasi così delicate. Nel corso della sua carriera ha svolto il ruolo fondamentale di guida e mentore nei confronti dei colleghi più giovani. trasmettendo loro valori etici e professionali. A seguito di cambiamenti nella compagine societaria, al momento del cambio di amministratori e sindaci, nella relativa lettera di dimissioni tutti esprimono nei confronti della candidata sentimenti di profonda gratitudine, con frasi che rivelano stima e ringraziamenti per la “cortese e professionale disponibilità” e per aver saputo creare con attenzione e sensibilità un rapporto professionale ed umano assai positivo”. Vanno infatti senz’altro riconosciute alla sig.ra Emanuela capacità non comuni nel coniugare competenze tecniche e professionali con doti relazionali e umaneMARIA DEL MONTE-2

Delmonte Maria, nata a Cannobio (NO) il 28/04/1943, Diploma Magistrale, ex dipendente di Artis Domus Srl di Piacenza, 55 anni di servizio, Impiegata cassiera. Dal maggio 2018 pensionata. Assunta in data 30/01/1963 con la qualifica di impiegata cassiera, nel lungo periodo lavorativo ha sempre svolto compiti di estrema fiducia gestendo notevoli somme di denaro per provvedere al pagamento dei compensi alle compagnie artistiche più volte ospitate  al Cinema Teatro Politeama di Piacenza. Ha predisposto le prenotazioni dei biglietti per circa 1500 posti a sedere e nel corso degli anni ha ottimizzato tale attività con l’utilizzo di un sistema informatico sia per le prenotazioni che per la vendita dei biglietti teatrali e delle multisale cinematografiche. Ha saputo affrontare ogni cambiamento con spirito di dedizione e collaborazione, ha intrattenuto con i colleghi e i datori di lavoro rapporti di stima e disponibilità. Ottime qualità relazionali che ha dimostrato nel corso degli anni anche nei rapporti con l’utenza. Ha fattivamente contribuito all’addestramento dei giovani assunti ai quali ha trasmesso non solo le proprie conoscenze, ma anche quei valori di laboriosità, cordialità ed estrema educazione nei rapporti con l’utenza, tra colleghi e con i superiori.

Ferri Luigi, nato a Gazzola (PC) il 21/06/1959, Diploma di Perito Meccanico, dipendente di MO.TRI.DAL SpA di Piacenza dal 1.09.1980 LUIGI FERRI-2a tutt’oggi, complessivamente 39 anni di servizio ininterrotto presso la medesima azienda, Impiegato 6° liv. Il sig. Ferri, nel corso della sua carriera, si è sempre contraddistinto per la competenza e la professionalità. Ha iniziato come apprendista disegnatore meccanico, poi, una volta assunto, ha proseguito la sua attività nell’ufficio tecnico fino al 2000 ed ha successivamente continuato la sua carriera lavorativa nel settore commerciale, dove tuttora ricopre il ruolo di impiegato commerciale. In oltre 39 anni di attività il sig. Ferri ha fortemente contribuito alla valorizzazione dell’azienda anche nei momenti più difficili e ciò ha permesso la crescita e l’espansione nell’ultimo decennio. Anche grazie al suo contributo l’azienda ha raggiunto obiettivi sfidanti, proiettandosi verso una sempre più marcata internalizzazione. L’esperienza maturata dal sig. Ferri, prima nell’ufficio tecnico e poi in ambito commerciale è a 360 gradi e gli ha permesso di seguire i clienti e di fidelizzarli all’azienda con reciproca soddisfazione. Inoltre ha sempre accolto e portato all’attenzione della proprietà le istanze mosse dai dipendenti in materia di sicurezza, ponendosi sempre in modo propositivo e costruttivo nei confronti dei temi della prevenzione. Il sig. Ferri ha condotto una vita dedita al lavoro. Grazie alle sue doti di  competenza ed attaccamento al servizio ha sempre rappresentato un punto di riferimento per i colleghi ed in particolare per i giovani dipendenti, sia a livello impiegatizio che produttivo. Questo ha permesso nel tempo un dialogo continuo con i colleghi, senza mai essere autoritario, bensì autorevole.

Iondini Ernesto, nato a Piacenza il 16/05/1956, Diploma di Perito Elettrotecnico, dipendente di Zincatura e Metalli Spa di Piacenza dal ERNESTO IONDINI-227/01/1978 al 30/04/2019, attualmente in pensione. Assunto in qualità di  Operaio, dal 1/09/1978 viene promosso Impiegato Tecnico, complessivamente 41 anni di servizio ininterrotto presso la medesima azienda. Il Sig. Londini ha lavorato per la maggior parte della sua lunga carriera in azienda in qualità di tecnico per il buon funzionamento degli impianti; è stato sempre attento alle problematiche relative alla sicurezza dei motori, al fine di evitare il più possibile problemi di sovraccarico, effettuando modifiche all’impianto per migliorarne la produzione, ed in particolar modo apportando variazioni  altamente innovative per il controllo della combustione, per migliorare gli scarichi da fumi, per evitare danni all’ambiente e per la sicurezza. Considerato che l’attività di zincatura è a ciclo continuo, e che pertanto necessita di un costante controllo agli impianti, in particolare ai bruciatori che consentono di mantenere lo zinco fuso a 450 gradi, si è resa necessaria la disponibilità e la reperibilità del lavoratore anche nelle ore notturne e nei giorni festivi. Il candidato è persona con un’ottima condotta morale, rispettosa, comunicativa e sempre pronta a collaborare, con spiccata volontà di aiutare i più giovani che man mano sono arrivati in azienda, affiancandoli, seguendoli con molta attenzione in particolar modo in materia di sicurezza e tutela dell’ambiente. In specifico, il Sig. Londini ha sempre accolto gli apprendisti con particolare riguardo e pazienza, insegnando agli stessi la manutenzione dei motori e dei bruciatori dell’impianto, garantendo così l’ottimale svolgimento della produzione.      

Maiavacca Daniele, nato a S. Giorgio P.no il 25/07/1063, Diploma di Istituto Professionale, 39 anni di servizio, Quadro da operaio. Il DANIELE MAIAVACCA (1)-2candidato inizia presto il suo percorso lavorativo: a 17 anni infatti è assunto al Maglificio Maggi SpA di S. Giorgio P.no in qualità di apprendista addetto al telaio Bentley. Qui impara le tecniche di lavoro programmate da schede meccanografiche, per poi passare alla programmazione di macchine più complesse, sempre per la tessitura. Quando sul mercato cominciano a essere presenti le macchine elettroniche per maglieria con programmazione computerizzata, l’azienda vede nel candidato l’uomo giusto da iscrivere al corso di formazione per programmatore della prima macchina elettronica acquistata. Grazie alle nozioni acquisite, il sig. Maiavacca diventa Responsabile  del Reparto Tessitura con la qualifica dapprima di impiegato, poi di quadro e protagonista del processo di rinnovamento aziendale che porta alla graduale sostituzione delle macchine a schede perforate con linee elettroniche. Grazie a questo nuovo sistema elettronico CAD l’azienda diventa un punto di riferimento nazionale nel settore della maglieria. Nel settembre 1999 Daniele viene assunto dalla Maggi Group che, nel tempo, assumerà il controllo della Maggi SpA. Nella nuova dimensione aziendale il sig. Maiavacca affianca i neo assunti, ai quali fornisce le basi teorico pratiche della programmazione CAD per la maglieria e partecipa nel 2001 come docente  al corso per la formazione dei dipendenti del reparto tessitura organizzato dall’azienda. Nell’anno 2004 lascia il gruppo Maggi per cimentarsi in nuove esperienze sempre nelle aziende del settore e nel 2011 diviene Responsabile per il Maglificio Malo SpA  dello stabilimento di Borgonovo Val Tidone, dove migliora la programmazione delle linee produttive  e promuove investimenti in nuovi macchinari. Quando nel giugno 2015 la proprietà aziendale è ceduta ad un Gruppo estero,  il candidato inizia una nuova esperienza presso il Maglificio Tricot srl, dove tuttora lavora,  di Abbiategrasso (MI) come responsabile della Tessitura e progettazione e sviluppo prodotto, apportando il suo bagaglio di competenza professionale, dedizione al lavoro, capacità di innovazione in campo tecnico e produttivo, controllo qualità del prodotto realizzato e formazione professionale dei neo assunti.

                                                                           

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino 77 nuovi casi e sette decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento