rotate-mobile
La lista / Corte Brugnatella

La lista “Riscopriamo Corte Brugnatella” ci riprova: «Molte cose fatte, occorre proseguire»

Il candidato è l’ex vice Renato Bertonazzi: «Su Statale 45 e ospedale di Bobbio vogliamo ascolto». Nella squadra (simile a quella del 2019) anche Arianna Guarnieri, figlia dell’ex sindaco

A Corte Brugnatella l’Amministrazione “uscente” si ricandida compatta. L’ex vicesindaco Renato Bertonazzi è l’attuale candidato sindaco. L’ex sindaco Mauro Guarnieri (coinvolto in un’inchiesta insieme ad altri amministratori dell’Alta Valtrebbia) non c’è, ma in squadra è entrata a far parte la figlia Arianna. “Riscopriamo Corte Brugnatella” si ripresenta alle elezioni amministrative del 14 e 15 maggio per ripetere il risultato del 2019: quel mandato si è interrotto bruscamente con la nota inchiesta giudiziaria, che ha trascinato il comune verso il commissariamento di un anno.

Alla guida della lista il 59enne Renato Bertonazzi, dipendente Iren, sposato, con tre figli. Originario di Marsaglia, fu già amministratore ai tempi della prima Giunta Guarnieri e in minoranza ai tempi di quella guidata da Stefano Gnecchi. «Mi sono candidato a sindaco - spiega lui stesso - perché la mia famiglia pensa di rimanere a vivere a Marsaglia, perciò voglio cercare di fare qualcosa per migliorare le cose nel nostro territorio».  

Le priorità del vostro programma? «Completare i progetti che avevamo già iniziato e che sono stati interrotti, ad esempio dotare il campo giochi del capoluogo anche di un’area di attrezzature sportive all’aperto». E poi ci sono le grandi e storiche questioni che riguardano tutta la Valtrebbia: Statale 45 e ospedale di Bobbio. Su queste Bertonazzi ha le idee chiare. «Vogliamo confrontarci con i comuni di Rivergaro e Travo - aggiunge il candidato - chiederemo a loro di non ostacolare l’ammodernamento della Statale, per noi è fondamentale rendere più sicura e percorribile la strada. Se si risparmiano anche solo 5 o 10 minuti di tempo, per Marsaglia sarebbe cruciale. Con meno tempo di percorrenza avremmo più giovani pendolari che potrebbero decidere di vivere a Marsaglia e lavorare in pianura». Sulla sanità il candidato sindaco chiede a gran voce il «ritorno a Bobbio di un vero presidio di pronto soccorso, al posto del punto di primo intervento». «Con un vero pronto soccorso operativo si possono più vite, è molto importante», puntualizza.

Bertonazzi non ha rimostranze nei confronti della gestione del commissariamento del municipio di questo ultimo anno. «Qualche bando è stato portato a casa, vogliamo proseguire, se vinciamo riprenderemo il discorso».

L’ex sindaco è stato arrestato e attualmente è indagato. Come suo collaboratore stretto cosa pensa di quanto successo? «Sarà la magistratura a decidere. Per quanto mi riguarda - è la risposta – con gli appalti mi sono comportato in modo regolare. Anzi, ho prestato del lavoro gratuito, volontariamente, in diversi casi. Quando mancava qualche operaio nei cantieri, mi sono sostituito, per volontariato. Poi su tutta la vicenda decideranno i magistrati, non saprei cos’altro dire».

La squadra è rimasta unita, sono pressoché gli stessi candidati consiglieri del 2019: un segnale importante, significa che siete convinti del lavoro svolto? «Di cose ne abbiamo fatte in metà mandato. Abbiamo riqualificato la piazza antistante e retrostante al municipio, il campo giochi è stato terminato dal commissario ma iniziato da noi, poi il centro prelievi. Siamo riusciti a riaprire la biblioteca in una sede riqualificata, sono state rifatte molte strade comunali. Pensavamo di poter realizzare ancora altro, ma siamo stati fermati. Nella nostra squadra abbiamo diversi giovani intraprendenti, imprenditori che vivono e lavorano qui, investono nella nostra montagna».

È vera competizione con la lista avversaria di Gaetano Bonetti? «Un po’ di competizione ci sarà», si limita a dire Bertonazzi.

Renato Bertonazzi

LA LISTA “RISCOPRIAMO CORTE BRUGNATELLA”

Renato Bertonazzi, 59 anni, candidato sindaco

Arianna Guarnieri, 41

Anna Mozzi, 48

Silvia Lupi, 37

Agostino Rocca, 33

Nadia Magnani, 25

Riccardo Baracchi, 26

Andrea Bernardi, 52

Pietro Macellari, 53

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lista “Riscopriamo Corte Brugnatella” ci riprova: «Molte cose fatte, occorre proseguire»

IlPiacenza è in caricamento