rotate-mobile
Il caso in Alta Valtrebbia / Ottone

A Ottone si candidano nipote, cognato e padre del sindaco Beccia

La lista “Val Trebbia” punta a essere rappresentata in Consiglio comunale. Il candidato sindaco è il 23enne Francesco Lonetti

Complesso spiegare ai lettori la particolarità delle Elezioni Amministrative di Ottone, ma ci proviamo. Il sindaco uscente Federico Beccia si ricandida per il terzo mandato, con la lista “Ottone libera”. E fin qui, tutto chiaro. Lo sfidante è Marco Boccenti con “Altra lista”. Tra i due non corre buon sangue. Il secondo nei mesi scorsi avrebbe presentato un esposto contro il sindaco, poi archiviato dalla Procura. Sui social spesso hanno dei battibecchi dai toni pesanti. Il sindaco rimarca il fatto che il Comune s’impegna contro la violenza nei confronti delle donne. Una frecciatina diretta all’avversario, rinviato a processo per stalking nei confronti di una donna di Ottone. In passato anche questo giornale è stato coinvolto nella “querelle”. Boccenti, falsificando graficamente un nostro articolo, ritoccò un titolo, mettendo in cattiva luce Beccia. Una battaglia che ora sfocia nelle elezioni comunali dell'8 e 9 giugno che li vede contrapposti.

Sembra palese la volontà, da parte del sindaco uscente, di escludere il più possibile la lista di Boccenti dal Consiglio comunale, organizzando una terza lista. Questa si chiama “Val Trebbia”, la stessa che cinque anni fa si presentò come “lista civetta” per evitare il commissariamento dell’ente, ora riproposta per conquistare qualche seggio e toglierli a "Altra Lista".

Il candidato sindaco è Francesco Lonetti, 23 anni, nipote del sindaco Beccia. Ma in lista c’è anche Donato Beccia, suo padre, 93 anni. Entrambi sono consiglieri uscenti della “minoranza” e il 93enne è amministratore da vent'anni. Si aggiunge anche Pietro Lonetti, 67 anni, cognato del sindaco e padre di Francesco. Ma anche nella lista di Boccenti c'è una parentela: Paola Carraro, 78 anni, è la madre del candidato sindaco. 

Il 23enne Lonetti abita a San Benedetto Po, in provincia di Mantova, ma è studente di farmacia a Camerino, in provincia di Macerata. «A Ottone ho passato molto tempo durante la mia infanzia - spiega il candidato sindaco - perché mia madre faceva la guardia medica in paese. Ho trascorso molto tempo con i miei nonni a Ottone».  

Perché ha deciso di candidarsi? «Sono molto legato a mio zio, volevo dargli una mano, contribuendo ad aiutare il paese. Mi sembrava un’occasione per dare una mano al paese dove sono cresciuto, per il quale ho un grande affetto». In lista, oltre a Beccia e a Lonetti senior, anche Maurizio Schirinzi, Greta Simtion, Sandra Perini, Elena Alexandra Jianu, Rossella Meazzini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Ottone si candidano nipote, cognato e padre del sindaco Beccia

IlPiacenza è in caricamento