Emergenza neve, mobilitati anche i trattori di Coldiretti lungo le strade piacentine

«I mezzi agricoli sono importanti per consentire la circolazione anche nelle aree più interne e difficili»

Un mezzo in azione

«Anche i trattori degli agricoltori di Coldiretti Piacenza sono stati allertati per intervenire come spalaneve per pulire le strade e per la distribuzione del sale contro il pericolo del gelo«. Lo afferma Coldiretti Piacenza in riferimento alla recente ondata di maltempo segnata da temperature in picchiata con gelate e neve. «I mezzi agricoli sono importanti – sottolinea Coldiretti Piacenza – per consentire la circolazione anche nelle aree più interne e difficili. La possibilità di utilizzare anche i trattori messi a disposizione dagli imprenditori delle campagne garantisce la viabilità – precisa Coldiretti Piacenza – e scongiura il rischio di isolamento delle abitazioni, soprattutto nelle aree più impervie interne e montane, grazie alla maggiore tempestività di intervento. Il forte e repentino abbassamento della colonnina di mercurio con l’arrivo del gelo colpisce verdure e ortaggi coltivati all’aperto dopo un lungo periodo di clima insolitamente mite».

«Nelle campagne – conclude Coldiretti Piacenza – se le temperature scendono sotto lo zero per lungo tempo sono a rischio le coltivazioni invernali come cavoli, verze, cicorie e broccoli, ma lo sbalzo termico improvviso ha inevitabilmente un impatto anche sull’aumento dei costi di riscaldamento delle produzioni in serra».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento