menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Entusiasmo e tanti ricordi alla “maxifesta” della Scuola Barilla nel seminario di Bedonia

A Bedonia da tutta Italia, in rappresentanza dei tanti amici impossibilitati a partecipare. E’ la folta e qualificata rappresentanza dei 25mila ex allievi

A Bedonia da tutta Italia, in rappresentanza dei tanti amici impossibilitati a partecipare. E’ la folta e qualificata rappresentanza dei 25 mila ex allievi che, dal 1984 al 2001 hanno partecipato alla Scuola sport Barilla ospitata nella struttura del Seminario della Diocesi Piacenza-Bobbio. Ad accoglierli il Rettore del Seminario don Lino Ferrari e il Sindaco Gianpaolo Serpagli che - sinceratisi della possibilità di rispettare le norme di sicurezza anti-Covid, hanno condiviso con i presenti una giornata di amicizia, di ricordi, di emozioni. Con loro la maestra Maria Pina Cattaneo, che nel ricordo del marito Renato allora Sindaco, ha rievocato quella Bedonia affollata di giovani sorridenti, pieni di vita e provenienti da tutto il mondo che animavano il territorio e che trovavano nel Parco della Peschiera, nel fiume Taro, nei monti Pelpi, Penna e su quelli del versante appenninico piacentino, palestre naturali capaci di soddisfare le aspettative dei giovani che nei mesi estivi le frequentavano. Il pranzo si è tenuto sotto il tendone allestito nel parco del Seminario e ha spaziato dai salumi piacentini e parmensi alle lasagne Barilla, al riso di zucca e arrosti ben innaffiati dai vini DOC piacentini Gutturnio e Ortrugo. Da parte degli organizzatori il piacere di poter mostrare attraverso un filmato realizzato da Carlo Alberto Cova, i momenti salienti della Scuola Barilla fino al passaggio di testimone a Ferriere - avvenuto grazie al forte interesse manifestato dall'allora Amministrazione Comunale con a capo Giovanna Celaschi - dove il centro estivo aveva preso il nome di Festival Internazionale dei Giovani.

 ALCUNI DEI PENSIERI LASCIATI SULL’ALBO DELLE PRESENZE

 - Non arei mai pensato di partecipare a una Maxifesta a 30 anni precisi dal mio ingresso nella Scuola di Sport Barilla; come non avrei immaginato che i legami stretti allora tra compagni di turno potessero rivelarsi ancora oggi così forti: persone che non hanno solo condiviso le estati dell’adolescenza, ma hanno rappresentato veri e propri compagni di un tratto di strada, e di crescita. La Scuola di Sport per me è stata realmente anche scuola di vita.

- Grazie a Carlo, il mega Boss, per la passione che ha messo nel portare avanti i suoi ideali, e per aver avuto il coraggio di organizzare la festa nonostante il Covid, offrendoci la possibilità di rivederci in tutta sicurezza e rievocare quei momenti sereni: come sempre impeccabile nella sua organizzazione ed accoglienza.

- Una giornata bellissima, che ha smosso emozioni profonde. Lo sport fa imparare a stare in piedi da soli ma insieme agli altri. Un grande progetto che ha fatto bene non solo a centinaia di giovani ma anche al territorio che lo ha ospitato.

-Dopo 23 anni tornare alla Scuola di Sport Barilla, a Bedonia, è qualcosa che non si può’ descrivere. Dagli 11 ai 19 anni ho trascorso qui le mie migliori estati, tra sport, amicizia, giochi e allegria. Se dopo tutto questo tempo è ancora così forte il ricordo, sotto c’è qualcosa di grande.

- Le grand et incomparable Carlo (Francia)

- Carlo, you are a man of peace! You bring so many people and children together! My great respect and esteem to you! ( Russia)

- ?????? ????? . ???????? . ??????? ??????? - ??????? ???? . ???? - ???? ! ???????? ! ??????? ! ????????? . ????.( Russia)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento