Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Esercenti esasperati in piazza: «Via la prima rata Tari e plateatici gratuiti fino alla fine dell'anno»

Ristoratori, negozianti, titolari di bar, palestre ed eventi questa mattina si sono dati appuntamento per chiedere la riapertura delle attività. Incontro con il sindaco dei rappresentanti delle categorie

 

«È facile per chi ha lo stipendio sicuro dire agli altri di stare a casa» e «se lavorare non è più un diritto pagare le tasse non è più un dovere». Sono gli striscioni esibiti dagli esercenti che questa mattina si sono dati appuntamento in piazza Cavalli per protestare contro le chiusure e chiedere di poter tornare al lavoro. Tra loro ristoratori, negozianti, titolari di bar, locali, palestre, società di catering o eventi, studi di tatuaggio, tutte attività messe in stand by dalle misure anti-Covid adottate dalle istituzioni, di cui lamentano le incongruenze e l’insufficienza dei sostegni economici erogati. «Noi dobbiamo mangiare – racconta il titolare di una trattoria – è un ultimatum, ancora quest’anno poi noi smettiamo». Un presidio di oltre un centinaio di esercenti che si dicono esasperati dalla situazione e dal rischio di non poter sostenere oltre le spese a cui devono far fronte. Alle 12 alcuni rappresentanti della categorie hanno portato le loro proposte al sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri. «Noi chiediamo che venga annullata la prima rata della Tari» spiega Cristian Lertora, presidente di Fipe Piacenza. «Chiediamo anche l’allargamento dei plateatici gratuiti almeno fino alla fine dell’anno e di poter far entrare in nostri clienti nella zona a traffico limitato nella pausa pranzo, accollandoci noi i costi della tassa d’ingresso».

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento