Ex chiesa del Carmine, il Comune acquista cinque poltrone per “la realtà virtuale”

Il Comune di Piacenza ha intenzione di acquistare, con una spesa di quasi 40mila euro (39mila e 772 per la precisione), cinque poltrone per la “realtà virtuale”. Si tratta di cinque postazioni multimediale che saranno parte integrante delle attività proposte all’interno dell’edificio, recuperato grazie ai finanziamenti della Regione Emilia-Romagna. Edificio di cui si attende soltanto l’inaugurazione, prevista per questo autunno. Le poltrone saranno messe a disposizione per il “Laboratorio Aperto Piacenza Territorio Snodo”, frutto della collaborazione tra la Fondazione Brodolini e Mbs Srl, che si sono aggiudcati la gestione dell’ex chiesa. La Fondazione Brodolini, in qualità di capogruppo dell'Rti concessionario, ha proposto l'acquisizione di un elenco di attrezzature. Tra queste, le poltrone per la realtà virtuale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Cade e batte la testa su una lamiera, grave una donna

  • Piacenza e provincia: gli eventi da venerdì 18 a domenica 20 ottobre

  • «La teoria gender non esiste e l'omosessualità non si insegna»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento