Ferriere, emozione e pedalata benefica con I 100 volani di Iris

Pedalata benefica in piazza a Ferriere per l'hospice la Casa di Iris, in ricordo del compianto sindaco Giovanni Malchiodi

Piazza delle Miniere, Ferriere. La musica che sta gioiosamente accompagnando i protagonisti della seconda manche del “Ride delle miniere”, l’originale manifestazione sportiva che impegna i partecipanti a pedalare su una bici fissata a terra per un’ora, improvvisamente cessa e lascia il posto alle toccanti note del Silenzio fuori ordinanza; le modulazioni musicali interrompono ogni movimento e uniscono pedalatori e pubblico in un commovente ricordo del sindaco Giovanni Malchiodi, sottratto alla propria terra dal Covid-19. Poi un corale applauso e la consegna, da parte di Gigi Bergonzi e dell’assessore Carlotta Oppizzi, a Simona Malchiodi di una artistica targa a ricordo del papà, con la dedica “100 volani per Iris a Gianni Malchiodi. Chi abbiamo amato non è andato via. Invisibile e muto è dentro il nostro cuore. Pedala accanto a noi ogni giorno, per sempre”. La commozione aveva accompagnato anche l’inizio della prima ora agonistica con un minuto di silenzio e un pensiero del vicesindaco in carica Paolo Scaglia in memoria del giovane ferrierese Stefano Zanelli, perito in incidente stradale.

Nonostante l’elevata temperatura appena ammorbidita da un tentativo di pioggia, 140 tra neofiti e appassionati di Cycling - le biciclette fissate a terra, dotate di un dispositivo meccanico che con un volano permette di scegliere l’intensità della pedalata in funzione della  preparazione fisica e delle direttive dell’istruttore -  hanno risposto con entusiasmo all’invito rivolto dalla Associazione "Cento Volani per Iris" e per un’ora hanno pedalato da fermi in Piazza delle Miniere nel rispetto del distanziamento sociale della prevenzione Covid 19. Suddivisi in due turni sono stati sostenuti dall’incitamento e dalla partecipazione emotiva degli istruttori Anna e Luisa nella prima ora; Gigi e Antonella, affiancati dalla figlia del compianto sindaco con il marito Lorenzo, nella seconda. Alla fine grazie al sudore e alla fatica dei “pedalatori” e degli organizzatori, l’iniziativa ha fruttato un consistente ricavo (6.500 euro), che sarà interamente donato alla “Casa di Iris" di Piacenza, la struttura l'Hospice, divenuta di fondamentale importanza per Piacenza e la sua Provincia potendo offrire un importante sollievo a tanti ammalati e alle loro famiglie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Calvino e Don Minzoni: due fratelli positivi al Coronavirus, isolate 54 persone

  • Muore schiacciato sotto un trattore a Ferriere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento