Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fino a 600 vaccinazioni al giorno nel nuovo centro di Fiorenzuola. Gandolfi: «Occorre fare presto»

Inaugurato il punto di vaccinazioni anti-Covid in uno stabile lungo la via Emilia. Baldino: «Se arrivano le dosi pronti ad aumentare i ritmi»

 

Ora a Fiorenzuola c’è un centro dedicato soltanto alle vaccinazioni anti-Covid. Il punto di somministrazioni, ospitato prima nell’ex macello di largo Gabrielli dove ha sede il punto prelievi, si è trasferito in uno stabile di proprietà privata in via Emilia 37. È stato inaugurato stamattina alla presenza dell’Amministrazione comunale, dei vertici di Ausl, delle forze dell’ordine (carabinieri, polizia e Guardia di Finanza). Presenti anche il prefetto Daniela Lupo, l’onorevole Elena Murelli, il sindaco di Cortemaggiore Gabriele Girometta, medici, infermieri, assistenti sanitari e altro personale impiegato nei giorni di vaccinazioni.

In omaggio alla Festa della donna, la signora Carla di Lugagnano, con i suoi 91 anni a luglio magnificamente portati, è stata la prima a impegnare i professionisti sanitari presenti. Si vaccinerà tre giorni a settimana, il lunedì mattina e il mercoledì e venerdì tutto il giorno. “Se ad aprile arriveranno dosi massicce riusciremo a vaccinare in tutta la provincia fino a tremila persone al giorno e se occorre anche di più – spiega il direttore di Ausl Luca Baldino -. La macchina è con il motore al minimo ma se occorre siamo pronti ad aumentare il ritmo. Qui a Fiorenzuola riusciremo a vaccinare fino a seicento o ottocento persone al giorno: attualmente vengono somministrate 150 dosi di Pfizer al mattino agli ultra 80enni e circa 200 di AstraZeneca al pomeriggio per insegnanti e personale scolastico. L’obiettivo è quello di vaccinare tutti entro settembre”. “Bisogna fare presto per andare incontro alle esigenze dei giovani: oggi sono privati dalle normali attività scolastiche, ricreative e culturali, trovandosi ad affrontare una pandemia senza pari” – è stato il commento del sindaco Romeo Gandolfi (presente con gli assessori Pizzelli, Minari e Brauner), soddisfatto dell’inaugurazione di oggi. La vicesindaco Paola Pizzelli ha ringraziato “Ausl, gli operatori sanitari e la proprietà privata che in poco tempo ha messo a disposizione questo centro per allestire gli ambulatori. È un’occasione per la sanità di Fiorenzuola e di tutto il distretto”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento