Fiocco azzurro in Giunta, l’assessore Opizzi è diventata mamma di Paolo

L’assessore all’urbanistica del Comune di Piacenza: «È un momento particolare per venire al mondo ma Paolo mi sta dando anche la forza per affrontare la situazione attuale. Dobbiamo pensare proprio alle persone a noi più care e rimanere a casa»

Erika Opizzi

Tra le tante, troppe (purtroppo) notizie negative di questi ultimi giorni, finalmente una che si può leggere a cuor leggero. A Palazzo Mercanti, in particolare nella sala della Giunta, è spuntato un fiocco azzurro. È nato - sabato 7 marzo - Paolo, il primogenito dell’assessore all’urbanistica Erika Opizzi e del marito Matteo Sbarsi. «È un momento particolare per venire al mondo – racconta la stessa Opizzi - nella frenesia generale. Paolo è nato in un clima difficile alla clinica Mangiagalli di Milano: io stessa avevo sempre la mascherina e soltanto i nonni hanno potuto vederlo, perché le visite sono azzerate. Non sembra un reparto nascite, non c’è il clima che si vive di solito quando nasce un bambino»

Ma la nascita di un figlio moltiplica le energie e fa vedere le cose da tutta un’altra prospettiva. «Mi sta dando anche la forza e la gioia per affrontare questo momento e la psicosi che viviamo». La maternità dell’assessore è arrivata al culmine in un momento delicato per tutta la politica locale, alle prese con amministratori contagiati e debilitati, che stanno fronteggiando l’emergenza come possono. «Dobbiamo tutti rinunciare – è l’appello che si sente di fare l’esponente di Fratelli d’Italia - a qualcosa e rimanere a casa. Dobbiamo proteggere i nostri figli, i nostri anziani e noi stessi. Più stiamo in casa e prima sconfiggiamo questo virus, lo facciamo per i nostri cari. Pensiamo alle persone a cui vogliamo più bene quando in questi giorni ci viene voglia di uscire e condurre la vita che facevamo prima. Dobbiamo tutelarci in questa situazione». La stessa Opizzi è stata recentemente congedata e invitata a tornare a casa dal sindaco Patrizia Barbieri a una delle ultime riunioni di Giunta: il primo cittadino, visto lo stato interessante della sua giovane assessora, era preoccupata per la possibilità di un contagio (che poi ha coinvolto proprio Barbieri). Ma, fortunatamente, tutto è andato per il meglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento