Rizzuto fra i neo Maestri del Lavoro: «Dedico questo riconoscimento ai miei giornalisti»

La galassia dei lavoratori piacentini decorati dal Capo dello Stato Sergio Mattarella con la stella al Merito del Lavoro, si è arricchita del riconoscimento a Pier Luigi Bricchi (Enel energia Piacenza); Gabriele Doppiu (Poste italiane Fiorenzuola); Carlo Ghisoni (Chiesi farmaceutici Parma); Stefano Paraboschi (Rolleri Spa), Gaetano Rizzuto (Editoriale Libertà), Fabrizio Samuelli (Confesercenti Piacenza)

Fotoservizio Camillo Murelli

Come abbiamo anticipato nella fotocronaca di ieri la galassia dei lavoratori piacentini decorati dal Capo dello Stato Sergio Mattarella con la stella al Merito del Lavoro, si è arricchita del riconoscimento a Pier Luigi Bricchi (Enel energia Piacenza); Gabriele Doppiu (Poste italiane Fiorenzuola); Carlo Ghisoni (Chiesi farmaceutici Parma); Stefano Paraboschi (Rolleri Spa), Gaetano Rizzuto (Editoriale Libertà), Fabrizio Samuelli (Confesercenti Piacenza). 

A oggi il Consolato di Piacenza ha registrato 393 riconoscimenti, ma prima della sua costituzione, avvenuta del 1956, erano state conferite altre “stelle” piacentine con capostipite Giulio Gennari, dipendente del Regio Arsenale Militare. 

La cerimonia di consegna dei brevetti svolta nell’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano, è iniziata con l’inno nazionale seguito dall’intervento di Emilio Marani, da pochi mesi Console provinciale, che ha evidenziato i requisiti selettivi che possono portare alla stella al merito: almeno 25 anni di lavoro prestati alle dipendenze di una o più aziende, contraddistinti per etica, onestà, passione e innovazione, cultura della sicurezza e per aver trasmesso questi valori alle nuove generazioni. 

A consegnare il decreto di nomina firmato dal ministro Luigi Di Maio, e a evidenziare l’importanza della decorazione, il sindaco di Piacenza e presidente della Provincia Patrizia Barbieri, il vice prefetto vicario Leonardo Bianco, la capogruppo della Commissione lavoro della Camera dei deputati Elena Murelli. Tra i presenti, rappresentanti dei comuni di residenza dei premiati e delle rispettive ditte, concordi nel mettere in rilievo la sinergia di lavoro tra le missionaziendali e quelle dei lavoratori elevati al rango di “Maestri”. Durante la cerimonia, Milly Morsia ha recitato una poesia in dialetto piacentino dedicata ai Maestri del lavoro scritta dal compianto collega Giorgio Camminati.

Gaetano Rizzuto, coordinatore dell’incontro, ha anche evidenziato l’intensa collaborazione svolta dai Maestri del Lavoro con i dirigenti scolastici e con il corpo docente e una interazione sempre più vivace con gli studenti, anche in partnership con le diverse aziende del territorio. 

Il navigato nocchiero Rizzuto ha aiutato i neo insigniti a superare qualche momento di commozione, subendone a sua volta il contagio, quando il suo ruolo da intervistatore è passato a intervistato: «Questa nomina- ha detto riprendendosi prontamente - è il suggello dei miei 50 anni di giornalismo, di cui 36 vissuti da direttore dei tre quotidiani Libertà di Piacenza, Il Secolo XIX di Genova e La Provincia Pavese di Pavia. Dedico questo riconoscimento ai miei giornalisti che, per tanti anni, hanno condiviso con me questa straordinaria avventura professionale e umana. Dal 1968, in Sicilia, al Giornale L’Ora, ad oggi ho lavorato con centinaia di giornalisti. Insieme abbiamo trasformato il modo di fare i giornali, passando dal piombo alle più moderne tecnologie, innovando, coinvolgendo i lettori, cercando di realizzare dei buoni giornali, facendo del buon giornalismo e una corretta informazione. Nei miei anni di direzione ho assunto più di ottanta giornalisti. Ho fatto crescere almeno tre generazioni di giornalisti. Ho investito soprattutto sui giovani. Sei sono diventati direttori di quotidiani, otto vice direttori, una ventina capi redattori e molti capiservizio. Un buon investimento».

«Una dedica speciale a Donatella Ronconi e a Enrica Prati, editori di Libertà, che hanno avuto fiducia in me e che mi hanno permesso, per oltre 15 anni, di guidare il giornale dei piacentini, portandolo nel futuro e facendone uno dei più moderni quotidiani locali d’Italia.

Dedico questo riconoscimento anche ai miei genitori, Mario e Lucia, che nei miei primi anni di giornalismo in Sicilia, nella Valle del Belice, al Giornale L’ora, quando la mafia iniziò a minacciarmi per i miei articoli di denuncia, non solo mi sostennero, ma mi incoraggiarono ad andare avanti, con la schiena dritta, senza paura».

Del “pensionato” Gaetano ricordiamo l’impegno in associazioni culturali (Cineclub Cattivelli), di volontariato (Progetto Vita), di impegno sociale come l’Associazione Libera di don Ciotti e l’Associazione Gru della Pace e di impegno sportivo (Consorzio Velodromo di Fiorenzuola).

UNA BREVE SINTESI DEI PROFILI DEGLI ALTRI NEO MDL:

- PIER LUIGI BRICCHI.  Nato a Castelvetro, dipendente di Enel Energia, 37 anni di servizio, attualmente Senior Key Accauntant Manager per la provincia di Piacenza. Nell’arco della sua carriera iniziata nel 1981 come operaio di squadra, ha saputo raggiungere e superare i target aziendali programmati, operando in piena autonomia e con un elevatissimo livello di affidabilità. Nell’ambiente di lavoro è stato simpaticamente soprannominato “la nave scuola degli account manager” perché la lunga esperienza, la conoscenza degli argomenti e la naturale predisposizione a interagire con gli altri, l’hanno reso un ottimo formatore. 

- GABRIELE DOPPIU. Nato a Padova, diploma di Disegnatore Meccanico, dipendente di Poste Italiane di San Giorgio: 37 anni di servizio continuo nei quali ha percorso tappe di carriera sino a raggiungere il ruolo di “Responsabile di ufficio”. La sua personalità è da sempre contraddistinta da un tratto di “univocità” nella comunicazione rivolta ai collaboratori, improntata all’ordine e alla precisione, oltre alla forte attenzione alla corretta applicazione delle mansioni. Nella lunga carriera si è anche particolarmente distinto nel gestire le problematiche della sicurezza sui luoghi di lavoro.

- CARLO GHISONI. Nato a Cortemaggiore; diploma di Ragioneria, dipendente di Chiesi Farmaceutici SpA di Parma con 27 anni di servizio continuativo. Nel giugno del 2002 viene nominato Direttore Amministrazione e Finanza mantenendo la responsabilità anche della Controllante del gruppo e delle sue controllate italiane. Nel corso del 2004 assume la responsabilità della neocostituita unità di Internal Audit. Dal 2012 è Direttore Amministrativo della Italia e Corporate Tax & Treasury. E’ membro del Consiglio di Gestione della Chiesi Foundation Onlus, del Consiglio di Amministrazione di Fondazione Piacenza e Vigevano (2014), del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Verani Lucca (2015) e dal 2018 del Consiglio di Amministrazione di fondo pensioni Fonchim. 

- STEFANO PARABOSCHI; nato a Ponte dell’Olio, diploma di maturità linguistica, impiegato Tecnico di Rolleri SpA di Vigolzone con 33 anni di servizio. Ha iniziato il suo percorso lavorativo in qualità di operaio tornitore. Nel 1997 quando l’Azienda, da piccola realtà artigiana, comincia ad espandersi entra a far parte dell’Ufficio tecnico dove emerge per la grande capacità progettuale e quale riferimento per i colleghi che si rivolgono a lui sapendo di trovare sempre la soluzione migliore per le problematiche proposte. Anche in occasione della crisi mondiale della meccanica del 2002, ha saputo sostenere l’Azienda conservando i rapporti commerciali con i clienti ed oggi la Rolleri SpA ha recuperato in pieno le quote di mercato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

- FABRIZIO SAMUELLI. Nato a Piacenza. Diploma di Istituto Tecnico, dipendente di Confesercenti Piacenza dal maggio 1993, attualmente impiegato di I livello. Ha approfondito e ampliato i possibili servizi da offrire ai soci della Confesercenti Piacenza. Con il suo contributo l’associazione di categoria ha potuto incrementare e ampliare la quantità e la qualità delle attività svolte in favore degli associati. Alcune delle gratificanti tappe del suo percorso di lavoro: 2014 nomina alla carica di vice Direttore vicario della Confesercenti di Piacenza; 2015 entra a far parte del Comitato Provinciale INPS e della commissione speciale dei commercianti; 2016 membro della Presidenza nazionale Federfranchising Confesercenti. Dal 2018 è componente della Presidenza nazionale Federazione Italiana degli Esercizi Pubblici e Turistici Confesercenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento