rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

Garante dei diritti delle persone private della libertà personale, il Comune nomina Mariarosa Ponginebbi

Si tratta del coordinatore infermieristico, counsellor nonché tutor didattico e docente presso il Corso di Laurea in Infermieristica dell’Università di Parma

E’ stato nominato nei giorni scorsi, con apposito provvedimento della sindaca Katia Tarasconi, il Garante dei diritti delle persone private della libertà personale: si tratta di Maria Rosa Ponginebbi, coordinatore infermieristico, counsellor nonché tutor didattico e docente presso il Corso di Laurea in Infermieristica dell’Università di Parma (sede di Piacenza). La durata dell’incarico corrisponde a quella del mandato del sindaco e comunque prosegue sino alla conclusione della procedura di nomina e insediamento del nuovo Garante.

Secondo quanto stabilito dall’art. 3 della disciplina adottata dal Consiglio comunale nell’ottobre 2018, il Garante visita periodicamente la Casa circondariale di Piacenza per fare colloqui con i detenuti e prendere visione della situazione strutturale e di funzionamento dell'istituto al fine di collaborare con i Servizi sociali comunali nel sostenere iniziative tese al miglioramento delle condizioni di detenzione; esercita funzione di tutela delle persone private della liberta personale mediante osservazione, vigilanza e segnalazione delle eventuali violazioni di diritti, di qualsiasi genere, alle autorità competenti; riceve dalle persone detenute e da chiunque ne venga a conoscenza segnalazioni sul mancato rispetto della normativa penitenziaria e/o su presunte violazioni dei diritti dei detenuti; riceve, nei suoi uffici esterni, i parenti delle persone detenute, i conviventi e le persone ammesse alle misure alternative anche sulla base di richieste dagli stessi formulate; promuove una cultura della umanizzazione della pena (anche mediante iniziative di sensibilizzazione pubblica sui temi dei diritti umani fondamentali); opera d'intesa con le altre istituzioni pubbliche e del private sociale per la fruizione di tutti i diritti da parte delle persone detenute e limitate nella liberta personale; definisce iniziative volte a facilitare ai soggetti in carcere o limitati nella liberta personale la garanzia di prestazioni inerenti ii diritto alla salute, all'affettività, alla liberta religiosa, alla qualità della vita, all'istruzione scolastica, alla formazione professionale e al lavoro, nell'ottica del principio del reinserimento sociale; si raccorda con le amministrazioni pubbliche coinvolte affinché garantiscano le prestazioni di servizio di cui sono responsabili nel campo del diritto alla salute, all'istruzione, al lavoro. L’incarico assunto dal Garante è a titolo gratuito, fatto salvo il rimborso per le spese sostenute e documentate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garante dei diritti delle persone private della libertà personale, il Comune nomina Mariarosa Ponginebbi

IlPiacenza è in caricamento