Giardino multato di notte: «Chissà quante sanzioni vengono fatte in piazza Cavalli...»

Uno sfogo del consigliere del Gruppo Misto, multato per divieto di sosta in piazza Cittadella, contestato dal sindacato Sulpl: «Dia il buon esempio»

Una multa per divieto di sosta mal digerita. Con tanto di “sfogo” sui social per la contravvenzione. Fin qui, nulla di straordinaria. Ogni giorno qualche piacentino non accetta il verdetto della Polizia Locale. Ma stavolta a lamentarsi della sanzione comminata è il consigliere comunale del Gruppo Misto, Michele Giardino. Il consigliere su Facebook ha postato il verbale che gli è stato recapitato tre mesi dopo l’infrazione. «Notte di sabato 7 settembre – scrive Giardino - palazzo Farnese, lirica all'aperto, Rigoletto. Auto parcheggiate ovunque in piazza Cittadella. Anche la mia: lato ex biglietteria. Oggi, al novantesimo giorno, arriva la notifica della contravvenzione (peraltro non trovata sul parabrezza della mia auto, al termine della recita). Faccio notare l'orario del verbale: 23.33. Della serie "Ti piace vincere facile?". Sarei curioso di sapere quanti hanno ricevuto la stessa sfogliatella. E soprattutto sarei curioso di sapere quante multe del genere vengono elevate alla stessa ora, nelle ordinarie serate, in piazza Cavalli. Che spettacolo!».Michele Giardino-2

Il messaggio del consiglieri non è stato ovviamente apprezzato dal sindaco di polizia Sulpl. «Comprendiamo che "Pur mai non sentesi felice appieno" chi la riceve, la sfogliatella, per citare la definizione di verbale del consigliere Giardino su Fb. Ma, oltre a trovare quantomeno discutibili le sue insinuazioni e allusioni sui social riguardo l'operato della Polizia Locale da parte di chi riveste un ruolo pubblico, al Consigliere rispondiamo: che la notifica del verbale è avvenuta entro i termini di Legge; che la Polizia Locale è in servizio fino alle 00.30 e lavora fino all'ultimo minuto, cosa che dovrebbe apprezzare; che lasciare il preavviso sul parabrezza è un atto di cortesia non necessariamente dovuto (ricordiamo anche che di sera se tutto va bene ci sono due pattuglie a copertura di tutto il territorio); che il consigliere, che in quanto tale dovrebbe dare il buon esempio ai cittadini, quindi iniziando dal non parcheggiare in divieto, deve solo pagare e sorridere, piuttosto evidenziando l'efficienza della Polizia Locale. Tra l'altro, in quanto consigliere può verificare quante violazioni al codice della strada sono state rilevate nelle ore serali dagli agenti anche in Piazza Cavalli (molte!), rimanendo in attesa delle telecamere; può contribuire affinché l'Amministrazione metta a disposizione più parcheggi gratuiti e si decida a razionalizzare i divieti di sosta (presenti anche ove non necessario) o in alternativa può, come tutti i comuni cittadini che rispettano le regole, parcheggiare ad esempio alla Cavallerizza! Auspichiamo che l'assessore alla Sicurezza Zandonella, taggato dal Consigliere Giardino, prenda le difese della Polizia Locale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in A21, muore giovane piacentina

  • Travolta da un’auto dopo lo schianto contro il guard rail, Valentina muore a 22 anni

  • Autobus fuori strada si schianta contro il guard rail

  • Schianto sul rettilineo della via Emilia

  • Elezioni Regionali, ecco il fac simile della scheda elettorale

  • «Se sei un uomo vieni sotto casa mia», accoltellato per gelosia dal compagno dell'amica

Torna su
IlPiacenza è in caricamento