rotate-mobile
Attualità

Presentata la tappa piacentina del Giro d'Italia Handbike 2023

Per la prima volta a Piacenza l'iniziativa ciclistica

È stata annunciata ufficialmente stamani in Municipio, nel corso di una conferenza stampa, la tappa piacentina del Giro d'Italia Handbike 2023. Accanto all’assessore allo Sport Mario Dadati, erano presenti Fabio Pennella e Walter Ferrari, rispettivamente presidente e vicepresidente di “Solution & Events Organization” (Seo), associazione che organizza la manifestazione, la delegata provinciale del Comitato Paralimpico Italiano Marta Consonni e Giovanni Sozzi, funzionario dell’ufficio Sport del Comune di Piacenza, volte a promuovere l’inclusione sul territorio italiano

«La tappa del Giro d'Italia Handbike che annunciamo oggi – ha evidenziato l’assessore Mario Dadati – è la prima che si tiene a Piacenza. E rappresenta, oltre che un appuntamento sportivo di grande interesse, l’occasione per confermare il volto della nostra città: vivace, accogliente, inclusiva e sensibile rispetto alle tematiche che riguardano le categorie più fragili. Un argomento, quest’ultimo, rispetto al quale l’Amministrazione comunale ha una grande attenzione: sotto il profilo viabilistico, con la promozione dell’uso della bicicletta in ambito urbano e la realizzazione di nuove piste ciclabili; sul versante dello sport, quale strumento per l’inserimento sociale, la solidarietà e l’inclusione delle persone con disabilità; sul fronte della partecipazione e della condivisione di eventi che sviluppino il senso di appartenenza alla comunità dei cittadini e della scoperta e fruizione dei luoghi e dei tesori di bellezza che Piacenza custodisce».

«Seo è un’associazione sportiva non a fini di lucro – ha sottolineato Fabio Pennella - che ha per scopo lo sviluppo e la diffusione del ciclismo e del paraciclismo. Il comitato organizzatore è composto interamente da volontari che prestano tempo e professionalità a questo importante evento unico in Europa. Oltre all’importanza etico-sociale dell’iniziativa, il Giro d'Italia Handbike offre agli atleti la possibilità di mettersi alla prova, di gareggiare e di concorrere a una classifica finale che - analogamente a quanto accade a livello professionistico - dà loro la possibilità di indossare la “maglia rosa”». «Il nostro impegno - ha aggiunto Walter Ferrari - è quello di accompagnare i sacrifici, l’entusiasmo e la dedizione delle atlete e degli atleti handbikers, creando momenti di socialità e aggregazione attorno a una realtà sportiva che rappresenta uno stimolo e una sfida per imparare ad affrontare e superare i limiti della disabilità. A livello locale, sono oltre 500 i volontari che rendono possibile l’organizzazione delle diverse tappe. Mentre sono mediamente un centinaio gli atleti che partecipano a ogni tappa». Marta Consonni, nel ringraziare gli organizzatori della manifestazione e l’Amministrazione comunale, ha rimarcato «l’importanza dello sport per le persone con disabilità, quale valido strumento per lo sviluppo di potenzialità individuali, la valorizzazione personale e l’inclusione in contesti di vita e sociali ricchi di relazioni».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentata la tappa piacentina del Giro d'Italia Handbike 2023

IlPiacenza è in caricamento