Attualità

Gli artificieri dell’Esercito hanno distrutto l'ennesimo residuato bellico

Gli artificieri  del 2° Reggimento Genio Pontieri dell’Esercito hanno effettuato il 20 gennaio la bonifica di un ordigno bellico, una granata d'artiglieria da 75 mm di fabbricazione italiana, risalente alla Seconda Guerra Mondiale rinvenuto in un campo agricolo in Strada Colombara

Gli artificieri  del 2° Reggimento Genio Pontieri dell’Esercito hanno effettuato il 20 gennaio la bonifica di un ordigno bellico, una granata d'artiglieria da 75 mm di fabbricazione italiana, risalente alla Seconda Guerra Mondiale rinvenuto in un campo agricolo in Strada Colombara, nel comune di Piacenza. L’intervento di bonifica, chiesto dalla Prefettura, coordinato dal Comando Forze Operative Nord di Padova, con l’assistenza sanitaria garantita dalla Sezione locale della Croce Rossa Italiana, ha visto gli specialisti dell’Esercito provvedere alla rimozione dell'ordigno e al suo successivo brillamento un'area idonea. Per gli artificieri del 2° Pontieri si è trattato dell’ennesima delicata attività di bonifica nella provincia di Piacenza. Il numero elevato di ordigni che ancora oggi vengono rinvenuti rappresentano, nonostante il trascorrere degli anni e il continuo lavoro di bonifica effettuato dal personale specializzato della Forza Armata, una minaccia latente che rimane sempre elevata. Sono stati oltre 200 nello scorso anno gli interventi su ordigni bellici di varia tipologia e dimensioni effettuati dal 2° Reggimento Pontieri nelle 13 province di propria competenza. L’Esercito italiano, in particolare l’Arma del Genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado di intervenire, in ogni momento, nei casi di pubblica calamità a supporto della popolazione su tutto il territorio nazionale, dimostrandosi una risorsa pronta e flessibile al servizio del Paese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli artificieri dell’Esercito hanno distrutto l'ennesimo residuato bellico

IlPiacenza è in caricamento