rotate-mobile
La decisione / Gragnano Trebbiense

Gragnano ha una nuova delega per la pace, segnale d’adesione al flash mob

L’Amministrazione comunale e la parrocchia di Gragnano prendono posizione

Anche l’Amministrazione Comunale di Gragnano, la Parrocchia di San Michele Arcangelo e la Scuola Primaria aderiranno al flash mob per la pace. Il 16 maggio alle 11.30 le campane del paese suoneranno a festa e dalla casa comunale sventolerà un drappo bianco per dare un segnale di vicinanza a chi si sta battendo per favorire la fine del conflitto a partire da Papa Francesco. «Personalmente non ho dubbi su chi sia l’invasore e sul diritto-dovere dell’Ucraina di difendersi e di difendere il proprio popolo – fa sapere il sindaco Patrizia Calza - tuttavia richiamare l’attenzione sulla necessità di fermare la scia di sangue e morte alle porte dell’Europa, è necessario perché non si sia travolti dall’indifferenza o peggio dall’escalation del conflitto».

Per questo motivo il sindaco Calza, d’accordo con la Giunta, ha deciso di accogliere anche l’invito lanciato all’incontro svoltosi recentemente presso il Collegio Alberoni. Alle deleghe già assegnate al sindaco, è stata creata anche la delega alla Pace. «Si tratta di un segnale. Si vuole rimarcare la necessità di informare l’attività amministrativa ai valori del dialogo del confronto. Ciò che già viene fatto attraverso attività volte a promuovere i valori dell’accoglienza, dell’integrazione, della solidarietà politica, economica e sociale, come richiede la Costituzione. La previsione di una delega specifica vuole semplicemente valorizzare l’importanza del lavoro svolto da una amministrazione pubblica nella direzione della Pace, bene assoluto, da tutelare e alimentare continuamente perché non definitivamente acquisito».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gragnano ha una nuova delega per la pace, segnale d’adesione al flash mob

IlPiacenza è in caricamento