Grande successo a Bobbio per il primo concorso internazionale di musica sacra

Il Primo Concorso Internazionale di Musica Sacra San Colombano, organizzato dall’associazione DeA donne e Arte in collaborazione con il comune di Bobbio e l’associazione Novecento, ha visto la partecipazione di 8 cori polifonici provenienti da tutta Italia e di 42 giovani solisti non solo italiani ma provenienti da Cina, Croazia, Ucraina, Corea, Giappone

Il Primo Concorso Internazionale di Musica Sacra San Colombano, organizzato dall’associazione DeA donne e Arte in collaborazione con il comune di Bobbio e l’associazione Novecento, ha visto la partecipazione di 8 cori polifonici provenienti da tutta Italia e di 42 giovani solisti non solo italiani ma provenienti da Cina, Croazia, Ucraina, Corea, Giappone.

Il presidente della giuria Massimiliano Carraro, maestro collaboratore del Teatro La Scala di Milano, durante le premiazioni ha affermato che «il livello delle esibizioni dei concorrenti è stato molto elevato» ma alla fine la giuria, anche se malvolentieri, ha dovuto prendere una decisione tenendo conto anche delle problematiche acustiche e della tenuta dei cantanti nel susseguirsi delle fasi eliminatorie.

La sera dell’11 novembre è stato proclamato vincitore il coro Mousiké di Monza, secondo classificato il coro femminile Controcanto di Brescia e terzo classificato l’Ensemble del Giglio di Cuneo.

Il 23 novembre si sono svolte le selezioni dei cantanti solisti e nella serata dei 10 cantanti finalisti sono stati proclamati dalla giuria i 3 solisti vincitori. Al primo posto è arrivata Antonia Dunjko, una giovane soprano croata di 26 anni che studia canto al Conservatorio di Zagabria. Al secondo posto sono arrivate ex aequo il mezzosoprano Dyana Bovolo di Lecco e il soprano Valeriia Tulis proveniente dall’Ucraina. Al terzo posto infine è stata premiata Annamaria Dainese, una giovanissima soprano di Padova che a soli 22 anni ha conquistato il pubblico con la sua dolcezza.

Sabato 24 novembre alle 21, nella suggestiva atmosfera della cripta della Basilica di San Colombano, si sono esibiti i cantanti vincitori. Dopo le premiazioni il pubblico ha potuto ascoltare anche l’esibizione del Coro Città di Parma nel Gloria di Vivaldi un pezzo che ha coinvolto e commosso le numerose persone presenti.

L’associazione DeA Donne e Arte, pienamente soddisfatta del lavoro svolto, ringrazia i partecipanti che hanno aderito con tanto entusiasmo al progetto ma soprattutto ringrazia il comune di Bobbio nella figura del sindaco Roberto Pasquali e dell’assessore alla Cultura Simona Innocente, che hanno da subito creduto nel progetto e lo hanno supportato agevolando le varie fasi organizzative.

Un grazie particolare va anche agli sponsor, Comune di Bobbio, Banca di Piacenza, Cantina Val Tidone, Gamma spa, Lyons Club Bobbio e Associazione Amici di San Colombano, senza dei quali non sarebbe stato possibile realizzare il Concorso.

Visto l’esito molto positivo del progetto il Concorso Internazionale di Musica Sacra sarà sicuramente riproposto nell’anno 2019 sempre con l’intento di valorizzare i giovani talenti, di far conoscere la bellezza del nostro territorio e non da ultimo di far avvicinare i cantanti e il pubblico alla Musica Sacra che annovera nel suo vasto repertorio veri e propri gioielli musicali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento