menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'incontro

Un momento dell'incontro

«Grazie a chi ci sostiene e ci aiuta ad andare incontro alle esigenze dei malati»

Tradizionale appuntamento di dicembre, con l’Amop ed il reparto di Oncologia a ringraziare chi nell’anno in corso ha sostenuto la ricerca e l’assistenza in ambito oncologico a Piacenza e provincia

A dicembre, ormai come da consuetudine, l’Amop e il reparto di Oncologia guidato da Luigi Cavanna, hanno ringraziato chi nell’anno in corso ha sostenuto la ricerca e l’assistenza in ambito oncologico a Piacenza e provincia. Nel pomeriggio di giovedì 12 dicembre sono state numerose le realtà premiate, tra le quali anche il nostro quotidiano on line, per aver in vario modo sostenuto e divulgato la ricerca.

«Amop è una famiglia allargata, che ogni anno si apia sempre di più e riesce ad aiutare sempre di più. I nostri professionisti quotidianamente si impegnano per sconfiggere il cancro: insieme possiamo arrivare lontano. Gli sforzi e l'aiuto di tutte le realtà servono per cercare di migliorare la qualità della vita dei nostri malati e dire grazie è il minimo del riconoscimento che si può dare».

Alcune delle realtà premiate - Sezione Amop di Pontenure, Collegio Alberoni, Walter Bulla, Golf Club Croara, Le Amiche di Rivergaro, Gli amici di Roncarolo, Riverlife, Cantine Bonelli, i parenti di Massimo Speroni dell'FC Rottofreno, gli scrittori Fausto Ferrari e Francesco Ghezzi, Proloco di Travo, Centro Parrocchiale di Rustigazzo, Nordmeccanica, Associazione gastronomica Maria Luigia, Club Nati Stanchi, IlPiacenza, Corriere Padano, Telelibertà, Radio Sound.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento