Salute e sicurezza

«Green pass valido nonostante tampone positivo? Qui serve più organizzazione»

Chiaravalloti (Siap): Non bastano solo i controlli delle forze di polizia, serve una programmazione che garantisca la sicurezza della salute

Non bastano solo i controlli delle forze di polizia.
Ho voluto controllare con l'applicazione preposta il green pass di una persona positiva con tanto di certificato di quarantena sul fascicolo sanitario. Ebbene, il suo green pass è felicemente ancora valido, mentre le forze di polizia sono chiamate a controllare i cittadini con tanto di pubblicità sui numeri e sanzioni.   
Come garantire la sicurezza ai cittadini? Nei giorni scorsi ho letto l'interrogazione del capo gruppo  regionale della Lega Rancan sulla possibilità di dichiarare il fine quarantena in farmacia. Nello stesso luogo dove avviene l'inizio della quarantena. Ho chiamato personalmente Matteo Rancan riferendogli che la farmacia dove mi servo lo fa e altre no. Per questo ho espresso pieno sostegno all'interrogazione che spero al più presto possa ottenere risposte concrete. 

Ho paura che con questa confusione, a discapito della sicurezza dei cittadini e del servizio di chi è preposto ad effettuare controlli, a causa di questa "disorganizzazione organizzata" del sistema, pian piano le persone che risulteranno positive attraverso al tampone fai da te, saranno tentate di non dichiararlo per non entrare in un circuito da fallo di confusione in area di  rigore, e per svincolarsi da un incubo di prigionia in attesa di giudizio, tipo film di Alberto Sordi. 

Per non vanificare il lavoro dei poliziotti chiamati a garantire in prima linea sicurezza e serenità, spero che con urgenza dopo due anni di pandemia non ci siano più provvedimenti urgenti, ma ci sia una programmazione tesa a ottimizzare provvedimenti organizzati, tali da garantire la sicurezza della salute non solo riguardo al covid. 

Per questo motivo esprimo anche piena solidarietà ai cittadini di Ferriere che stanno manifestando per mantenere aperta la guardia medica, e ai cittadini della Valtidone e dintorni per evitare la chiusura del pronto soccorso dell'ospedale di Castelsangiovanni. 

Perché non si muore solo di Covid. Il diritto alla salute è sicurezza e noi, come sindacato dei poliziotti, siamo pronti a sostenere ogni diritto alla sicurezza.
Sandro Chiaravalloti
Segretario generale regionale Siap Emilia Romagna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Green pass valido nonostante tampone positivo? Qui serve più organizzazione»
IlPiacenza è in caricamento