rotate-mobile

I Comuni della Bassa fanno sistema in rete per valorizzare i territori

Coinvolti Castelvetro, Caorso e Monticelli. Il progetto, finanziato anche dalla Regione, prevede la creazione di un "centro commerciale naturale virtuale” e di una rete tra operatori economici e amministrazioni

I comuni di Castelvetro Piacentino (capofila), Caorso e Monticelli d'Ongina si sono messi assieme per dar vita al progetto “Restiamo connessi – l'App della Bassa”. Si tratta di un progetto di promozione e marketing del territorio che sarà realizzato con un contributo al 70% della Regione Emilia Romagna ai sensi della Legge Regionale 41/97-art 10, che finanzia i progetti di riqualificazione e valorizzazione della rete commerciale realizzati dagli enti locali.

Il progetto, che si sviluppa per tutto il 2022 con termine a giugno 2023, viene realizzato in collaborazione con le associazioni di categoria Unione Commercianti, Confesercenti e Cna e con il coordinamento operativo di Iscom Group, società specializzata nei progetti di marketing urbano e territoriale per valorizzazione del commercio dei centri storici e delle aree commerciali naturali.

Il pubblico e il privato, cioè le singole amministrazioni comunali e le associazioni di categoria, riunite in una cabina di regia che seguirà passo a passo lo svolgimento delle azioni progettuali, intendono così promuovere e valorizzare gli elementi di pregio del territorio e dare visibilità alla rete di attività commerciali, artigianali, pubblici esercizi ed i servizi del territorio che in questo contesto sono stati particolarmente colpiti negli ultimi due anni dalle restrizioni dovuti all'emergenza Covid. I lavori sono già iniziati e la cabina di regia si è già riunita tre volte da marzo.

In Municipio a Castelvetro, alla presenza degli amministratori dei tre Comuni (il sindaco di Castelvetro Luca Quintavalla, quello di Monticelli Gimmi Distante, l’assessore di Caorso Carla Trabucchi), delle associazioni di categoria (Fabio Tonoli per Confcommercio, Fabrizio Samuelli di Confesercenti e Giovanna Briglia di Cna), dell’azienda Iscom Group (Anna Lusa e Arturo Cattabriga), sono stati illustrati i primi step.

Innanzitutto, l'azione "marketing e immagine coordinata" avviata con la creazione del logo "UP tre comuni una terra", scelto come segno distintivo comune per veicolare il messaggio al cliente, turista ed ospite. Verrà utilizzato nella promozione condivisa: nelle campagne di comunicazione e promozione "offline" (locandine di eventi, flyers, merchandaising,) e soprattutto negli strumenti "on line", a partire dalla creazione di una pagina Facebook ed un profilo Instagram @UP tre comuni una terra. È partita poi la fase di raccolta di info e dati relativi agli elementi di pregio che offre il territorio che vede fondamentale il coinvolgimento degli operatori economici (esercenti del commercio, turismo e servizi) per sviluppare da subito: la costituzione di database del sistema distributivo locale, finalizzato alla comunicazione veloce (gruppi di whatsapp, mailing list) e la condivisione sui social di ciò che avviene nel territorio (eventi e fattori di attrattività); campagne di promozione condivise sui social degli elementi di pregio del territorio (eventi, enogastronomia, sistema distributivo) indirizzate in particolare ai territori dell'oltre Po; campagne di promozione specifiche di eventi e iniziative; la progettazione uno strumento innovativo di marketing territoriale, ovvero uno strumento web come un APP (da qui il nome al progetto) utile per veicolare informazioni e servizi del territorio ai residenti e ai frequentatori dell'area, per fidelizzarli e ampliare il mercato potenziale.

In sintesi, il progetto prevede la creazione sul web e social di un "centro commerciale naturale virtuale” e di una rete di comunicazione tra i soggetti economici del territorio (esercenti del commercio, turismo e servizi) e le amministrazioni pubbliche finalizzata a informazioni e comunicazioni veloci sugli eventi e iniziative di promozione delle attività economiche del territorio. Quindi parte da oggi l'invito a tutti gli operatori economici del territorio, titolari di esercizi commerciali, bar, ristoranti, attività di artigianato e servizi alla persona, ad aderire al progetto e entrare a far parte del "sistema commerciale naturale virtuale" offerto dal territorio dei tre comuni, compilando un modulo di questionario/scheda. Il modulo è possibile scaricarlo cliccando qui (QUESTIONARIO CASTELVETRO)e, una volta compilato, dovrà essere inviato entro il 6 maggio agli indirizzi mail eventi@iscomgroup.it - commercio@comune.castelvetro.pc.it o al numero WhatsApp 3425581788.

Video popolari

IlPiacenza è in caricamento