menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza

La conferenza

Il reparto di Ortopedia e Traumatologia diventa sede dell'Università di Parma

Un importante passo in avanti per l'integrazione tra l’Azienda Usl di Piacenza e l'Ateneo parmense, che sfocerà nei prossimi mesi nell’istituzione del nuovo Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia in lingua inglese

Dal 1 marzo il reparto di Ortopedia e Traumatologia dell'ospedale di Piacenza diventa sede ulteriore dell'Università di Parma: si tratta di un importante passo in avanti per l'integrazione tra l’Azienda Usl di Piacenza e l'Ateneo parmense, che sfocerà nei prossimi mesi nell’istituzione del nuovo Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia in lingua inglese. 

Di queste importanti novità si è parlato nella mattinata di mercoledì 17 febbraio nel corso di una video conferenza, che ha visto la partecipazione di Luca Baldino - direttore generale dell’Ausl di Piacenza, Patrizia Barbieri - sindaco di Piacenza, Paolo Andrei - rettore dell’Università di Parma e Pietro Maniscalco, direttore di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale cittadino.

«Questa operazione, con un anno di riatrdo, si inserisce nel più ampio progetto che riguarda la creazione della facoltà di Medicina e Chirurgia a Piacenza, collegata con l'ateneo di Parma» ha esordito Baldino. «A seguito di concorso, il primario Pietro Maniscalco è stato nominato Professore ordinario dell’Università di Parma per il settore scientifico-disciplinare MED/33 “Malattie dell’apparato locomotore” ed entrerà in servizio già nei prossimi giorni».

«E' stato compiuto un grande sforzo che ha portato al raggiungimento di un grande obiettivo, ovvero quello di concretizzare un progetto strategico per il nostro territorio, che guarda al futuro della nostra città con nuove opportunità per ricerca, scienza e formazione» ha continuato il sindaco Barbieri.

«Piacenza avrà un corso di laurea in lingua inglese, all'avanguardia, e costituirà un punto fondamentale per l'offerta formativa a livello regionale» ha aggiunto il rettore Andrei. Conclude il primario Maniscalco: «E' un sogno che si realizza dopo 30 anni, grazie alla volontà di tutte le forze in campo. Sarà una bellissima avventura da vivere pienamente nei prossimi anni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Addio a don Giancarlo Conte, fondatore di San Giuseppe operaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento