menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giovanni Malchiodi, sindaco di Ferriere

Giovanni Malchiodi, sindaco di Ferriere

I sindaci piacentini pronti a rendere omaggio al collega Malchiodi

Domenica 28 giugno il Comune di Ferriere intitolerà la sala consiliare al compianto sindaco Giovanni Malchiodi. Il presidente della Provincia Barbieri: «Il suo impegno è di esempio per tutti noi»

I sindaci del Piacentino andranno a rendere omaggio al loro collega Giovanni Malchiodi. Il sindaco di Ferriere, scomparso a causa del Covid-19 lo scorso 21 marzo, sarà ricordato nel capoluogo dell’Alta Valnure domenica 28 giugno. In quella occasione, da tradizione, si Patrizia Barbieri-94celebra la festa patronale del paese: la chiesa è infatti dedicata a San Giovanni Battista. Ma non ci sarà alcuna fiera, la “festa” sarà soprattutto un momento di preghiera e di riflessione di tutta la comunità. «Dopo la messa delle 11 di domenica 28 - spiega il vicesindaco reggente di Ferriere Paolo Scaglia – intitoleremo, come promesso, la sala consiliare del Comune a Giovanni Malchiodi. Per l’occasione abbiamo invitato tutte le autorità piacentine e anche il presidente della Regione Stefano Bonaccini».

Sarà sicuramente presente Patrizia Barbieri, presidente della Provincia e sindaco di Piacenza, a capeggiare la delegazione di “primi cittadini” del territorio. «Pochi giorni prima dell’inizio della pandemia – ricorda Barbieri – discutevo con Malchiodi di un mio sopralluogo nella sua Ferriere. Ci eravamo accordati per una visita il 5 marzo, c’erano diverse questioni e lavori di cui parlare. Penso spesso ai nostri momenti di confronto tra sindaci, alle condivisioni, alla passione che “Giannino” metteva a disposizione del suo mandato. Aveva sempre la grinta e la voglia di portare a casa risultati per il suo territorio». Barbieri racconta come l’impegno di Malchiodi sia di grande esempio in questa delicata fase socio-economica della provincia piacentina. «Noi sindaci siamo ancora molto colpiti da quanto capitato al nostro amico Giovanni. Mi sono sentita con i colleghi. Oltre all’intitolazione della sala consiliare nel capoluogo, ci recheremo anche a casa sua, a Grondone, a rendergli il dovuto omaggio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento