I soci di Round Table Italia a fianco di Avis

Grazie all’accordo sottoscritto il 19 ottobre tra i presidenti di Avis Nazionale e Round Table Italia per un impegno congiunto per la promozione della cultura della donazione di sangue e plasma, oggi sabato 26 ottobre a Piacenza, la Round Table n. 4, ha invitato i propri soci, accompagnati da familiari, amici e conoscenti ad un incontro informativo, tenuto da personale Avis, per parlare di donazione. 

Il presidente Stefano Milani ha illustrato le finalità dell’iniziativa. «Siamo un’organizzazione dedicata ai giovani lavoratori che si impegnano a svolgere al meglio le rispettive attività e la principale finalità è quella di favorirne l’incontro, promuovendone l’amicizia e le intese personali. Facciamo affidamento sul nostro motto Adotta, Adatta, Migliora per condividere progetti di aiuto e solidarietà nei confronti di chi ha bisogno, liberi da ogni pregiudizio. Avis e la donazione rappresentano la nostra nuova sfida nella società in cui viviamo e operiamo. Quest’anno anche il nostro circolo di Piacenza è coinvolto con i suoi soci».  

Anche Leonardo Fascia, presidente di Avis Provinciale di Piacenza ODV, e Giovanni Villa Presidente della sezione comunale di Piacenza si sono dichiarati «molto soddisfatti, sia per l’accordo raggiunto a livello nazionale, sia per la giornata di oggi. Avis ha sempre bisogno di nuovi donatori, anche per un fisiologico ricambio generazionale e i soci di Round Table possono contribuire con il loro dinamismo e la loro vocazione filantropica, ad intraprendere questo percorso come donatori di sangue/plasma».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Francesco Romeo, Direttore facente funzione del Servizio Trasfusionale di Piacenza, ha sottolineato «la necessità, oltre al mantenimento della raggiunta autosufficienza per il dono del sangue intero, di aumentare la raccolta di plasma, per dare una risposta forte al raggiungimento dell’autosufficienza nazionale per tale emocomponente, indispensabile produzione di farmaci salvavita, quali albumina, immunoglobuline e fattori della coagulazione. In futuro sempre più spesso i donatori verranno invitati, se lo vorranno, ad avvicinarsi alla donazione di plasma in aferesi, in base alla esigenze trasfusionali del momento e alle caratteristiche del donatore stesso». All’incontro erano presenti anche Davide Carini, Responsabile dell’Unità di Raccolta Avis Provinciale Piacenza, Laura Bocciarelli, Vice Presidente Avis Regionale, e per Round Table Leonardo Garilli, Gestore Materiali Round Table Piacenza e Mauro Braghieri, Responsabile della Comunicazione nazionale (P.R.O.) di Round Table Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento