rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Sostenibilità

Il 16 febbraio anche Coop Alleanza 3.0 aderisce a "M’illumino di meno"

La giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili è promossa dalla trasmissione radiofonica "Caterpillar" di Rai Radio2

Raggiunge quota 19 l’alleanza tra Coop e la giornata del "M’illumino di meno", promossa dalla trasmissione radiofonica di Rai Radio2 Caterpillar. Coop aderisce per il diciannovesimo anno e mette in campo una molteplicità di azioni accogliendo anche il principio dell’alleanza fuori dai confini nazionali.

Prima di tutto la conferma; anche quest’anno coinvolti i punti vendita di Coop, oltre 1.000 in tutto il Paese, tra cui gli oltre 300 negozi di Coop Alleanza 3.0 - distribuiti dal Friuli Venezia Giulia alla Puglia - con il "silenzio energetico", il simbolico spegnimento delle luci e la diretta attraverso Radio Coop della trasmissione radiofonica Caterpillar, proprio il 16 febbraio.

E poi la novità ovvero seguendo l’invito "No Borders" promosso dalla trasmissione, Coop ha rivolto l’appello al coinvolgimento alle altre cooperative europee attraverso Euro Coop, il proprio organismo di rappresentanza a Bruxelles e una delle prime organizzazioni non governative ad essere riconosciute dalla Commissione Europea. In due hanno raccolto l’appello aderendo alla Giornata ovvero le cooperative di

consumatori in Ucraina, una rete capillare di 15mila punti vendita con 155mila soci, e la Coop più a nord d’Europa in Norvegia, presente con un suo punto vendita alle isole Svalbard nell’Oceano artico e la Coop britannica, la Central England Co-operative, una delle più grandi cooperative indipendenti del Regno Unito, con più di 400 punti vendita distribuiti in 16 contee del Paese. Una attestazione di unità nel segno del rispetto dell’ambiente.

Intanto in Italia Coop prosegue nel costante lavoro di miglioramento della propria dimensione energetica.

Coop Alleanza 3.0 e i consumi energetici: le azioni intraprese

In particolare, Coop Alleanza 3.0, in campo energetico, continua a intervenire sia in temini di contenimento dei consumi di energia, che in termini gestionali. Grazie anche a questi interventi, dagli ultimi report, pubblicati nel 2023 relativi al 2022, risulta che il consumo complessivo di energia elettrica è diminuito di oltre 13,8 milioni di kilowattora, con un calo del 4% rispetto all’anno precedente. Il 26% della riduzione, pari a 3,6 milioni di kilowattora è stata garantita dagli interventi di efficientamento energetico e dagli interventi gestionali realizzati nel corso dell’anno, evitando così l’emissione di 1.250 tonnellate di CO2 equivalente.

Alle misure per razionalizzare l’impiego di energia si affianca l’attenzione alle fonti rinnovabili: nel corso del 2022, l’energia verde prodotta dagli 82 impianti fotovoltaici della Cooperativa è stata pari a 16,1 milioni di kilowattora, in crescita del 7,7% rispetto all’anno precedente. Oltre il 94% dell’energia è stata destinata all’autoconsumo, mentre la quota rimanente, pari a 0,9 milioni di kilowattora, è stata ceduta alla rete. Complessivamente, la percentuale di energia verde sul totale dell’energia consumata è stata pari al 29,4%.

Coop consumi energetici: le azioni intraprese

Coop ha infatti da tempo abbandonato i sistemi di illuminazione tradizionali a favore delle luci a led: sicure perché hanno un’alta affidabilità di lunga durata e robustezza, a basso consumo perché con il loro alto rendimento ed efficienza riducono i consumi di energia elettrica. In totale, nel corso del 2023 Coop ha installato lampade a led in tutti i punti vendita realizzati e ristrutturati durante l’anno, arrivando così a coprire attualmente con questa tecnologia l’illuminazione interna di oltre 560 supermercati, iper e parcheggi. Così facendo il risparmio energetico stimato è di oltre 74 milioni di kWh annui, consentendo di evitare l’immissione in atmosfera di oltre 18mila tonnellate di CO2 (fattore di conversione: ISPRA 2022).

Gli impianti fotovoltaici allacciati e funzionanti sono adesso 256, con una potenza complessiva di oltre 41.950 kWp. Questi, in un giorno d’inverno, come il 16 febbraio, sono capaci da soli di produrre il quantitativo di energia elettrica necessario per illuminare la rete vendita Coop per circa 2 ore e mezza. A partire dal 2012, le cooperative insieme a Inres (il consorzio nazionale di progettazione delle strutture di vendita Coop) hanno inoltre avviato il "Progetto Energia", un programma che ha l’intento di ridurre i consumi energetici dei punti vendita della rete Coop. L’obiettivo è coinvolgere il più alto numero possibile di punti vendita, riducendo complessivamente il consumo di energia di almeno il 10%. Finora sono stati coinvolti oltre 610 punti vendita; il servizio, dal suo inizio, ha permesso un risparmio di circa 555.500.000 kWh., equivalenti ad oltre 136.000 tonnellate di CO2.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 16 febbraio anche Coop Alleanza 3.0 aderisce a "M’illumino di meno"

IlPiacenza è in caricamento