rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Appennino / Centro Storico / Piazza Alessandro Casali

Il 28 giugno a Piacenza una maratona di idee per incentivare la rinascita dell’Alta Valdarda

Iniziativa promossa dall'Unione dei Comuni, presieduta dal sindaco di Vernasca Giuseppe Sidoli: ecco come funziona e i premi in palio

Sarà dedicata alla valorizzazione turistica, culturale ed enogastronomica dell’Alta Val d’Arda la maratona di idee “Alta Val d’Arda Hack”, che si terrà martedì 28 giugno 2022 alle ore 9 presso il Laboratorio Aperto Piacenza (Piazza Casali 10, Piacenza): l’iniziativa è organizzata dallo Spazio Area S3 di ART-ER (le cui attività sono finanziate dai Fondi europei della Regione Emilia-Romagna-POR FSE 2014-2020) in collaborazione con il Laboratorio Aperto di Piacenza e l’Unione Comuni Montani Alta Val d’Arda, che comprende i Comuni di Castell’Arquato, Lugagnano, Morfasso e Vernasca.

Il sindaco di Vernasca Giuseppe Sidoli, presidente dell’Unione dei Comuni dell’Alta Val d’Arda, evidenzia che «Come Unione abbiamo partecipato a un progetto sulla Cittadinanza Europea, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, che prevedeva un ciclo di incontri con giovani e imprenditori della zona allo scopo di far crescere idee utili a incentivare la rinascita dell’Alta Val d’Arda e del nostro Appennino. Gli appuntamenti si sono svolti nell’inverno scorso e sono stati molto partecipati, tanto che il risultato - grazie anche al supporto di Appenninol’Hub - è stato superiore alle stesse attese dei sindaci: ne sono infatti scaturite proposte interessanti e concrete relative alla gestione e promozione di cantine, agriturismi, ristoranti, alberghi e negozi, alla valorizzazione turistica del territorio e alla promozione dei vini prodotti nei nostri comuni. Ci è quindi sembrato importante non lasciar cadere il forte interesse che è stato manifestato su questo progetto, che ruota intorno alle opportunità offerte dall’Europa: la challenge “Alta Val d’Arda Hack”, presso il Laboratorio Aperto Piacenza, sarà una maratona di idee che attiverà un confronto diretto tra professionisti e soggetti portatori di soluzioni innovative, da porre all’attenzione di Amministratori e stakeholder dell’Alta Val d’Arda».

Alla maratona di idee “Alta Val d’Arda Hack” potranno partecipare professionisti, innovatori, studenti, ricercatori, persone interessate alla valorizzazione del territorio dell’Alta Val d’Arda e delle aree montane in chiave turistica e sviluppo sostenibile, che si sono iscritte entro il 26 giugno. Il percorso si articolerà in una competizione secondo la metodologia “challenge”: tutti i partecipanti dovranno collaborare, divisi in squadre eterogenee e multidisciplinari, per proporre soluzioni materiali e/o immateriali (prodotti, servizi, applicativi, iniziative, etc) in grado di rispondere a una (o più) delle tre sfide proposte: fruizione del patrimonio culturale e dei borghi, valorizzazione del territorio sulla base del turismo enogastronomico, organizzazione del sistema della promozione e dell’accoglienza locale. Tutti i gruppi saranno affiancati da mentor con competenze interdisciplinari, che li faciliteranno nella fase di sviluppo delle idee progettuali. Una commissione di esperti provenienti dal mondo delle istituzioni locali, delle imprese e delle università valuterà i progetti e proclamerà i gruppi vincitori, che si aggiudicheranno premi in denaro (1.000 euro per il primo classificato, 500 euro per il secondo classificato) messi a disposizione dall’Unione dei Comuni dell’Alta Val d’Arda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 28 giugno a Piacenza una maratona di idee per incentivare la rinascita dell’Alta Valdarda

IlPiacenza è in caricamento