Il calendario di Torrio, 12 mesi di immagini della Valdaveto

Giunge alla undicesima puntata la nostra carrellata di almanacchi e calendari editi da comuni, enti e associazioni

Giunta alla undicesima puntata la nostra carrellata di almanacchi e calendari editi da comuni, enti e associazioni che oltre la conoscenza dei giorni, dei mesi e delle fasi lunari presentano tradizioni, immagini, panorami, scorci e caratteristiche del territorio di riferimento, oggi propone la

Suggestiva carrellata di immagini e ricordi delle valli Aveto e Nure nei 12 mesi del calendario di Torrio

Torrio val d’Aveto, la frazione di Ferriere a mt. 1060 sul livello del mare ai confini con santo Stefano d’Aveto, dimostra ancora una volta l'attaccamento degli abitanti alle proprie terra e  origini, attraverso la pubblicazione del tradizionale almanacco che mette in risalto le bellezze ambientali dei monti che fanno da anfiteatro all’alta val Nure o che si affacciano sulla val d’Aveto.  Le 26 pagine che aprono e accompagnano il succedere dei dodici mesi del 2020, oltre a fornire le notizie proprie degli almanacchi, evidenziano immagini, detti, proverbi e aforismi che richiamano alla memoria frammenti di vita di un tempo: un ricco patrimonio culturale di saggezza e di conoscenza che il calendario aiuta a tramandare di generazione in generazione.

L’edizione "Torrio 2020 ” si avvale del coordinamento e impaginazione grafica di Gian Carlo Peroni. Si apre con una immagine della tradizionale transumanza delle mandrie dalla prateria del monte Crociglia alle stalle di Santo Stefano d’Aveto e accompagna il succedere dei mesi con fotografie del passato scovate presso le famiglie di Torrio e recenti realizzate per l’occasione da Giancarlo Peroni, Silvano Romarione, Gianluca Rezzoagli, Simona Franzoni.

Nell’ultima pagina l’immagine dell’Arcangelo Raffaele in vetta al Crociglia attorno alla quale ogni anno, nella seconda domenica di agosto, si danno appuntamento autorità e diverse centinaia di persone delle valli piacentine e liguri che ascoltano la messa celebrata dall’”inossidabile“ don Guido Balzarini accompagnata dal “Grazie alla Montagna” di Bastino Bonali.

11 continua

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento