rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Attualità Rottofreno

«Il Governo tolga il coprifuoco e preveda più fondi per i controlli notturni»

Decreto Sostegni: i criteri individuati dal comune di Rottofreno per favorire bar, ristoranti e pizzerie nell’ottenere le autorizzazioni necessarie per occupare spazi e aree pubbliche

Il cosiddetto "Decreto Riaperture" consente alle attività di ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande con consumo al tavolo esclusivamente all'aperto, nel rispetto degli orari previsti dal coprifuoco e delle linee guida Regionali per il contrasto ed il contenimento alla diffusione del Covid 19. A fronte di questa possibilità l'Amministrazione Comunale di Rottofreno si è applicata ad individuare i criteri mirati a favorire bar, ristoranti e pizzerie nell'ottenere le autorizzazioni necessarie per occupare spazi e aree pubbliche, criteri già condivisi in precedenza con le associazioni provinciali di categoria.

«Per i titolari delle attività che intendono occupare spazi di proprietà pubblica - spiega Stefano Giorgi, assessore al commercio - sarà necessario compilare il modulo di richiesta di occupazione di suolo pubblico corredato da una planimetria con le dimensioni e la sistemazione della zona che si intende utilizzare. Le domande saranno vagliate dagli uffici comunali e dalla Polizia Locale qualora si riscontrino problematiche dal punto di vista della sicurezza stradale e della viabilità. Per le richieste di occupazioni su parcheggi pubblici, saranno valutate le singole domande in modo da agevolare i titolari dei pubblici esercizi, ma allo stesso tempo mantenere un numero di parcheggi a servizio delle zone residenziali e degli altri negozi presenti in zona».

Tra i criteri individuati dall'amministrazione per le nuove occupazioni o ampliamenti di dehors esistenti su aree pubbliche vi sono:

• Ampliamento o occupazione di suolo effettuabile con sole sedie, tavolini, ombrelloni o similari

• Gli arredi dovranno essere ricollocati a sera entro l'esercizio entro le ore 23.30 anche in riferimento alla necessità di non creare potenziale disagio acustico ai residenti

 • Per maggior ordine e possibilità di controllo, è opportuno che il gestore delimiti a terra l'area concessa in ampliamento con nastro adesivo segnaletico catarifrangente, paletti in plastica o similari • E' preferibile che l'ampliamento non vada a posizionarsi di fronte ad altri esercizi o proprietà private

Per qualsiasi informazione l'ufficio commercio del Comune di Rottofreno è a disposizione telefonicamente ai numeri 0523.780352 - 780353 oppure si può consultare uno specifico avviso sul sito internet comunale. «Fermo restando che in primis va tutelata la salute ed il rispetto delle regole, le misure previste nell'ultimo Decreto sono minime rispetto alle necessità delle attività di ristorazione. Le temperature della stagione non agevolano le consumazioni nelle ore serali e non si capisce perché un nucleo famigliare che vive assieme tutta la settimana, non possa pranzare all'interno di un locale, garantendo comunque le dovute precauzioni e distanze nei confronti degli altri avventori», conclude Giorgi. «L'Amministrazione Comunale di Rottofreno metterà in campo tutti gli strumenti possibili per il rilancio economico del territorio. Non saranno dovute Tasse di Occupazione del Suolo Pubblico e marche da bollo per agevolare le attività che vorranno utilizzare gli spazi pubblici per lavorare in sicurezza. Mi auspico che il Governo centrale tolga quelle regole che appaiono illogiche come il coprifuoco particolarmente penalizzanti, soprattutto nel periodo estivo, per bar e ristoranti ma piuttosto stanzi maggiori fondi agli enti locali per il potenziamento dei corpi di Polizia Locale che permetterebbero un maggior controllo del territorio anche in orario notturno», afferma Gianmaria Pozzoli, assessore al Bilancio del Comune di Rottofreno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Il Governo tolga il coprifuoco e preveda più fondi per i controlli notturni»

IlPiacenza è in caricamento