Il gruppo Giovani Industriali dona mascherine e dispenser igienizzanti alle primarie di città e provincia

In arrivo 100 dispenser automatici, 300 litri di sapone igienizzante e 50mila mascherine FFP2 da distribuire alle maestre e al personale scolastico

La presentazione

La sicurezza e la prevenzione sono alcuni degli aspetti fondamentali della partita che stiamo ancora giocando nei confronti del Covid-19: per questo il Gruppo Giovani di Confindustria Piacenza ha deciso di contribuire concretamente nel veicolare questo messaggio attraverso una maxi donazione alle scuole primarie di città e provincia.

Si tratta di 100 dispenser automatici per l’erogazione di sapone igienizzante, attraverso il quale preservare la salute dei bambini e delle loro famiglie, sottolineando in questo modo l’importanza di disinfettare le mani, una delle principali modalità di contenimento del contagio. Inoltre, verranno donati anche 300 litri di sapone igienizzante e 50mila mascherine FFP2, da distribuire alle maestre e al personale scolastico del nostro territorio che, in questi mesi difficili, sta portando avanti il proprio lavoro con grande generosità, professionalità ed abnegazione.

«In questo momento difficile la nostra associazione vuole essere vicina al mondo della scuola, che sta facendo l’impossibile per garantire il proseguimento delle lezioni. Ci sono molte realtà locali che si stanno adoperando per produrre dispositivi di protezione come il Gruppo Mae, che ha messo a disposizione le 50mila mascherine che andremo a consegnare alle scuole del territorio» ha spiegato il presidente del Gruppo Giovani di Confindustria, Lorenzo Marchi.

A fargli eco Paola Rovellini, vicepresidente e manager del Gruppo Mae: «Come azienda, inizialmente abbiamo voluto aiutare gli imprenditori del territorio importando correttamente i dispositivi di protezione. Successivamente, abbiamo convertito le nostre sedi a Shangai alla produzione del materiale filtrante utilizzato per le mascherine, iniziando a produrre sia le FFP2 che quelle chirurgiche. Il nostro impegno è quello di mantenere dei prezzi corretti, e i nostri numeri di produzione vogliono essere un aiuto al territorio».

Plauso anche da parte del dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Maurizio Bocedi: «Un contributo importante che si va ad aggiungere a quelle dotazioni che le scuole hanno già ricevuto, e che interviene in un settore - quello delle primarie - dove le necessità sono ancora più significative e di particolare fragilità. A nome di tutte le istituzioni scolastiche non posso fare altro che ringraziare per il sostegno, in un momento non facile per il sistema scuola».

«Ci troviamo davanti a un bellissimo esempio di sussidiarietà. La gestione della fascia scolastica in questione è particolarmente complessa, nonostante i bambini siano bravissimi ad adeguarsi. E' fondamentale che i docenti abbiano i presidi per proteggersi e questo aiuto per noi è di estremo valore» ha concluso la dirigente scolastica del liceo Respighi, Simona Favari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento