Il maestro di sport Carlo Devoti nel libro delle onorificenze della Società Accademica Arts-Sciences-Lettres

Il riconoscimento per le benemerenze acquisite con il Festival Internazionale dei Giovani

Carlo Devoti

Il 22 giugno il bettolese maestro di sport Carlo Devoti sarà a Parigi per ricevere il “Deplome de medail de vermeil” della Società accademica “Arts-Sciences-Lettres”, istituzione che riconosce con proprie onorificenze il lavoro e il talento di donne e uomini che contribuiscono alla promozione della cultura nel campo artistico, letterario e scientifico. La sua candidatura è stata proposta dal pittore Getty Bisagni molto apprezzato anche in Francia dove per anni ha svolto una apprezzata attività artistica. Dopo essersi trasferito a Milano è stato nominato Delegato dell’ Accademia per l’ Italia. Grazie a questo ruolo e alla frequentazione del Festival Internazionale dei Giovani negli anni di Ferriere ed ora a Berceto, Getty ha potuto conoscere ed apprezzare i numerosi talenti provenienti dalle Scuole d’ arte di 40 nazioni del Mondo e riconoscere loro il valore. La sua ammirazione, apertamente manifestata è stata quella di vedere la varietà di colori, grafiche, manualità, metodi, presentati da giovani di tante nazioni.  Ha quindi deciso di partecipare spesso alle mostre di volta in volta allestite, e quest’anno, in accordo con l’Accademia francese, ha deciso di proporre la candidatura di Devoti quale “Promotore di scambi culturali fra giovani di tutto il Mondo”. Arts-Sciences-Lettres premia infatti personalità francesi e straniere, scelte dal Consiglio di amministrazione, Grand Gold Medals con Honor Plaque e le grandi medaglie Vermeil che vengono conferite durante una cerimonia solenne, impreziosita da uno spettacolo artistico e seguito da una cena d'onore. La Commissione esaminatrice delle candidature ha valutato particolarmente significative le azioni di Devoti che hanno portato ad un osservatorio privilegiato di diversità etniche, culturali, religiose, economiche, servito da laboratorio per mettere a punto pedagogia e metodologia delle  attività svolte, attraverso un proprio ruolo di facilitatore e non di condizionatore; inoltre l’avere agito in ambienti comunitari e essenziali , ma salubri e capaci di stimolare la partecipazione attiva, il mettersi in gioco in ogni momento della giornata. Elementi base del successo lo sport e l’arte, strumenti universali capaci di aiutare i giovani a conoscersi, costruirsi, attraverso Il gioco, che, a differenza della vita, permette di imparare dall'errore in condizione di sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento