rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Demolizione e nuovo edificio / Centro Storico / Piazza Alessandro Casali

Piazza Casali, mercato coperto ancora in attesa: il cantiere slitta all’estate

Lo stop all’attività dell’area commerciale del centro storico di Piacenza e il successivo avvio dei lavori per la realizzazione del nuovo edificio erano previsti a inizio 2022

Mercato coperto di piazzetta Casali ancora in “attesa”. Slittano all’estate lo stop all’attività e la demolizione della struttura commerciale del centro storico di Piacenza e il successivo avvio dei lavori per la realizzazione del nuovo edificio, in calendario a inizio 2022. Previsioni stimate nel cronoprogramma per la riqualificazione dell’area cittadina, illustrato da dirigenti e amministratori nella commissione del maggio scorso: progetto esecutivo pronto a fine luglio-agosto, gara d’appalto da aggiudicare entro il 2021, partenza dei lavori con l’inizio del nuovo anno, sedici mesi di cantiere e collaudo nell’estate del 2023.

progetto piazza Casali-2Un aggiornamento seguito all’approvazione del piano definitivo per il nuovo volto della piazzetta, (nella foto) successivo alla revisione della precedente proposta. Formalmente il progetto di piazza Casali è legato al Bando Periferie e alla riqualificazione della vicina piazza Cittadella, con i contributi dei soggetti privati da 1,2 e 1,5 milioni di euro. Se venisse meno l’intervento economico del privato - che attende da anni di costruire un parcheggio interrato in piazza Cittadella - il Comune potrebbe comunque sostituirlo e stanziare le risorse necessarie all’intera riqualificazione delle due piazze. Al momento però la chiusura del mercato rionale e la partenza dei lavori restano in stand by: «Per quanto riguarda piazza Casali, stiamo aspettando il progetto esecutivo» risponde Erika Opizzi, assessore all’urbanistica.

Eugenio Montanari-2Cambiano quindi le tempistiche previste per l’addio al “vecchio” mercato e per ora i sei storici commercianti rimasti - a San Silvestro ha abbassato la saracinesca anche il bar gestito da Stefano Piazza, attivo da oltre 65 anni - restano ai rispettivi banconi. «Certezze non ne abbiamo» spiega Eugenio Montanari (nella foto), titolare dell’omonima gastronomia, sottolineando, come già fatto in passato unitamente ai colleghi, la difficoltà di poter pianificare il futuro. «Dobbiamo sapere come fare, avere un’idea dei tempi, soprattutto per poterci organizzare». Una volta abbandonata piazza Casali, resta difatti ancora da definire, se e dove saranno ospitati i mercanti durante il periodo di durata del cantiere. 

L’ultima ipotesi avanzata, ovvero quella di un eventuale trasferimento in via Alberici, non aveva incontrato il favore della maggior parte dei presenti, più propensi a fermare l’attività in attesa di un possibile ritorno a lavori ultimati. «Ai commercianti - aggiunge Opizzi, contattata dalla redazione - in questo momento posso dire, con gli uffici al lavoro a singhiozzo a causa del Covid, che dovranno pensare di traslocare, per permettere l’avvio del cantiere, per l’estate. Ma sono dei tempi di massima». 

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Casali, mercato coperto ancora in attesa: il cantiere slitta all’estate

IlPiacenza è in caricamento