rotate-mobile
La scoperta / Monticelli d'Ongina

Il Po restituisce un antichissimo cranio umano, la scoperta a Isola Serafini

Potrebbe risalire al Paleolitico la parte di cranio ritrovata nell’autunno scorso nel Po nel territorio di Monticelli

È stato rinvenuto dal professore Davide Persico, grazie alla magra eccezionale del Po e alla collaborazione con Living the River, presso la barra fluviale di Isola Serafini a Monticelli a valle della confluenza con il fiume Adda, parte di un cranio umano arcaico composto dalle due ossa parietali e dall'osso occipitale.

Il fossile, già segnalato alla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Parma e Piacenza è custodito nel Museo di Stória Naturale dell'Università di Parma che ne garantisce la conservazione e coordinerà lo studio multidisciplinare.

Il progetto di ricerca denominato "Acamar” indagherà la paleo-antropologia, la paleogenetica e la geochimica del prezioso reperto. Esso si svolgerà nei prossimi mesi mediante una collaborazione tra la Soprintendenza, l'Università di Parma, l'Università di Milano, l'Università di Bologna e il Museo Paleoantropologico del Po di San Daniele Po (Cremona) con lo scopo di ricostruire la storia di un esemplare unico nello scenario paleontologico padano, per presentarla in articoli scientifici su riviste internazionali e nella nuova esposizione permanente del Museo di Storia Naturale dell'Università di Parma dove il fossile verrà esposto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Po restituisce un antichissimo cranio umano, la scoperta a Isola Serafini

IlPiacenza è in caricamento