menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il premio Valtidoncello ancora in pista nonostante l'epidemia

Fino al 31 luglio l’invio delle opere letterarie

L’epidemia venuta dalla Cina non ferma il concorso di poesia Valtidoncello, che ha aperto le porte alla 32esima edizione: tutte 32 succedutesi negli anni senza perdere un colpo. Anzi, questa edizione ha tutti i numeri per essere particolarmente ricca di adesioni. 

La clausura imposta dal morbo cinese chissà quanti fogli ha fatto riempire ai poeti. Così adulti e ragazzi fino a 16 anni compiuti potranno, nelle due sezioni a loro riservate, anche quest’anno concorrere alla competizione letteraria che dalla sua nascita ad oggi si svolge a Pecorara, la “capitale” della valle del Tidoncello.

C’è tempo fino al 31 luglio per inviare – senza alcuna tassa di lettura – una o due composizioni inedite in italiano, scritte al computer o battute a macchina alla segreteria del concorso presso il Comune Alta Valtidone, mail: msavini@comunealtavaltidone.it oppure info@comunealtavaltidone.pc.it  oppure alla Pro Loco di Pecorara, Presidente Cristina Mussetti - Via Veneto 2/A, Loc. Pecorara - 29031 Alta Val Tidone. 

Fra tutti i lavori pervenuti, verranno selezionati nella sezione adulti i dieci giudicati migliori, che si sfideranno poi a suon di versi nella manifestazione conclusiva di settembre, quando di fronte al pubblico e alla giuria verranno presentati, letti (volendo anche dagli stessi autori) e valutati in diretta dalla commissione giudicatrice. In questa rosa delle dieci poesie finaliste, sarà scelta quella vincitrice e premiata col trofeo “Valtidoncello”. (L’anno scorso a conquistare il trofeo è stata Laura Mutti di Cortemaggiore con “Il tuo grembo svestire”). Ai segnalati diplomi.

Rito più semplice per la sezione giovani intitolata ad Andrea Di Muzio, che prevede la lettura e la consegna di diplomi a pari merito agli autori dei cinque componimenti che saranno ritenuti maggiormente meritevoli. La passata edizione ha visto premiati Caterina Busatto, Beatrice Beccacini, Teresa Ferri, Ludovica Magnani e Vittoria Prazzoli, un quintetto tutto femminile.

Domenica 6 settembre la cerimonia di premiazione nel parco comunale di Pecorara dalle ore 15; nel teatrino parrocchiale in caso di maltempo. Per ulteriori informazioni: Pro Loco di Pecorara, presidente Cristina Mussetti, tel. 0523 999600; Comune Alta Val Tidone, ufficio proposto 0523.993706, sito internet, pagina Facebook.                

INVITO AL “VALTIDONCELLO”

Il Premio di Pecorara – che da 32 anni rappresenta nella valle del Tidoncello l’abbraccio e il bacio tra l’estate e la poesia - non è un invito al ballo o a cena. «E’ un invito alla poesia – dice Umberto Fava, presidente di giuria – Un invito che per ogni poesia scritta, se ne leggano cento, quelle dei grandi poeti, e ciascuno i suoi grandi poeti se li scelga da sé. Non solo per il piacere di leggerli, ma anche con l'umiltà d'imparare. Non voglio che questo raduno di fine estate qui a Pecorara sia una macchina distributrice di diplomi, ma un momento che rinfocoli la voglia di lettura di poesia. Non so se i poeti del “Valtidoncello” accolgono il mio invito ad un grande banchetto poetico, un invito che rivolgo loro ogni volta. Se non lo fanno, peggio per loro. Perdono una doppia preziosa occasione».

La manifestazione è promossa ed organizzata come è sempre stato dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune. Una volta era il piccolo Comune di Nibbiano, ora il più vasto Comune Alta Val Tidone. Col sostegno della Banca di Piacenza e il patrocinio della Parrocchia, che gli sono sempre stati a fianco nel suo lungo cammino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento