rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità

Il successo alla Cappella Ducale di Kammer Oper, promosso dagli Amici della Lirica

Una pagina da ricordare per la qualità degli interpreti, per il pubblico presente in sala e per il fatto che per la prima volta, dopo i restauri degli anni Novanta, si è svolto un concerto cameristico in Cappella Ducale

Una bella pagina musicale, quella scritta l’altra sera alla Cappella Ducale di Palazzo Farnese dall’associazione Amici della Lirica e dall’assessorato alla Cultura, con il concerto lirico in forma cameristica “Kammer Oper continuano le prove d’orchestra”. 

Una pagina da ricordare per la qualità degli interpreti, per il pubblico presente in sala e per il fatto che per la prima volta, dopo i restauri degli anni Novanta, si è svolto un concerto cameristico in Cappella Ducale, spazio solitamente riservato a convegni e incontri culturali. La musica, negli ambienti che furono del Duca, regala suggestioni e momenti di rara emozione quando, grazie al soprano Roxana Herrera Diaz (che ha sostituito all’ultimo momento Chiara Isotton, che ha dovuto dare forfait per motivi personali), protagonista e interprete del raffinato percorso musicale dei solisti dell’Orchestra Filarmonica italiana diretta dal maestro Daniele Agiman, ha proposto le timbriche e le atmosfere delle grandi arie, dei preludi e degli intermezzi di un vasto repertorio operistico che ha spaziato da Verdi a Puccini. 

L’orchestra ha suonato in acustico con risultati davvero pregevoli, nonostante i dubbi legati alle volte della Capella Ducale «le cui cantorie – come ha spiegato in apertura l’assessore Papamarenghi – furono costruite proprio per esecuzioni cameristiche». Daniele Agiman ha illustrato ogni singolo brano e ogni aria, spiegandone le origini e la storia, supportando il pubblico che ha avuto modo di approfondire le proprie conoscenze in merito. Tra i brani eseguiti anche “La danza dei piccoli mori” tratto dall’Aida di Giuseppe Verdi. 

Roxana Herrera Diaz, interprete sensibile e raffinata, nata in Cile dove ha studiato canto all’Università Cattolica di Santiago, ha un prestigioso curriculum alle spalle: si è esibita nelle più importanti opere in Italia e in Europa ed è stata protagonista di numerosi concerti di musica da camera in tutto il mondo. Ha svolto il proprio percorso di perfezionamento musicale a Modena con Raina Kabaivanska e si è perfezionata all’Accademia Verdiana del Teatro Regio di Parma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il successo alla Cappella Ducale di Kammer Oper, promosso dagli Amici della Lirica

IlPiacenza è in caricamento