rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Diocesi

Il vescovo alla comunità ucraina: «Vicini alla sofferenza del vostro popolo»

Incontro con la comunità ucraina di rito greco-cattolico nella basilica di San Savino: «Le parrocchie della Diocesi pregheranno per voi e per la pace»

Il vescovo Adriano Cevolotto ha fatto visita nella mattinata di sabato 26 febbraio alla comunità ucraina di rito greco-cattolico che si ritrova nella basilica di San Savino a Piacenza. È stata l’occasione per esprimere la vicinanza al popolo ucraino coinvolto nel conflitto avviato dalla Russia. Erano presenti l’assessore al turismo, cultura, scuola e progettazione europea Jonathan Papamarenghi in rappresentanza del Comune di Piacenza e mons. Pierluigi Dallavalle, responsabile dell’Ufficio per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso. Il vescovo è intervenuto prima della liturgia presieduta dal monaco padre Giustino Boiko. “Esprimo la vicinanza della Chiesa di Piacenza-Bobbio – sono state le sue parole - alla vostra sofferenza e a quella del vostro popolo. Ho cercato di immaginare che cosa possa voler dire per persone lontane dai propri cari sapere che a casa si sta vivendo un momento drammatico; si vorrebbe portare lontano dal pericolo coloro che ci stanno a cuore”.

“La fede - ha aggiunto - ci unisce e avvicina molto di più di quanto noi fisicamente possiamo fare. In questa fede viviamo l’abbraccio del Signore. Domani tutte le parrocchie pregheranno per voi e per la pace. Il 2 marzo, Mercoledì delle Ceneri, vivremo su invito di papa Francesco il digiuno e la preghiera per la pace. Per l’11 marzo stiamo promuovendo una veglia e una manifestazione di preghiera per chiedere a Dio ciò che umanamente sembra impossibile, la pace. È tutta la città che si stringe a voi”. “Vorrei ringraziare - ha detto a sua volta padre Giustino - lei, il clero, tutti i fedeli, l’Italia intera per questo sostegno della preghiera. La preghiera è la nostra arma più forte; il cristiano combatte ogni giorno con la preghiera”. Il momento di preghiera si è concluso con la preghiera dell’Ave Maria e l’invocazione alla Regina della pace, pronunciata prima in italiano e poi in ucraino. Domenica 27 febbraio alle ore 11.30 il Vescovo farà visita alla comunità ortodossa legata al Patriarcato di Mosca, guidata da padre Grigore Catan nella chiesa di Sant’Eustachio in via del Consiglio a Piacenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vescovo alla comunità ucraina: «Vicini alla sofferenza del vostro popolo»

IlPiacenza è in caricamento