Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

In città 25mila alberi: «Da potare 3mila all’anno, per un costo tra i 500 e i 700mila euro»

L’assessore al verde Mancioppi: «Nuova area di sgambamento cani a Mortizza, rifaremo quella di via Cella e l’area di Sant’Antonio. Inglobiamo i 40mila metri quadrati del "canale della fame" acquisiti per allargare il parco della Galleana»

Il parco della Galleana

Nuova variazione di bilancio per il Comune di Piacenza, alle prese con una manovra corposa, illustrata in commissione 1 dall’assessore al bilancio Paolo Passoni. Corposa perché il capitolo del verde pubblico ottiene altri 1,25 milioni di euro, frutto del sostegno economico della Regione (un milione) e di un avanzo amministrativo dello stesso Comune (250mila euro). La variazione verrà esaminata dal Consiglio comunale il prossimo 30 novembre.

Diversi i progetti in cantiere per l’Amministrazione. «Rifaremo l’area di sgambamento cani di via Cella – spiega l’assessore al verde Paolo Mancioppi - una nuova a Mortizza, un’area verde con giochi e campo da calcio a Sant’Antonio e completeremo l’acquisizione del parco della Galleana». Nel 2017, ai tempi della Giunta Dosi, dopo anni di contenzioso, il parco venne allargato. Da 150mila metri quadrati ne vennero aggiunti altri 40mila, ovvero quel tratto compreso tra la parrocchia di San Corrado, via Lanza e il "canale della fame". L’area – che Paolo Mancioppi-8-3era delocalizzata - venne ceduta al Comune per allargare il parco. «Acquisita sì – osserva Mancioppi -, ma mai inglobata veramente all’interno del parco. È un’area aperta, occupata anche abusivamente da alcune costruzioni. Demoliremo queste occupazioni, sistemeremo l’area verde e installeremo le recinzioni». 

Mancioppi in commissione 1 si è soffermato anche sulla questione alberature. «Abbiamo 20-25mila alberi in città – stiamo portando avanti il censimento - di cui 8-10mila in viali alberati, il resto sparsi tra aree verdi, parchi, giardini, campi gioco e scuole. Solitamente servirebbe un programma quadriennale di potatura: avremmo la necessità di potare tra le 2500 e le 3mila ogni anno».

E nel 2020 cosa è stato fatto? «Abbiamo trattato – risponde l’assessore - quasi 3mila interventi. Ma non siamo a posto perché ci sono arretrati degli anni scorsi. Abbiamo fatto interventi su alberi non manutenuti dal 2013, 2014, 2015, c’erano tante cose da fare. Ogni anno bisogna stanziare ingenti risorse. Dal prossimo anno torneremo a regime, occupandoci di quelle “non toccate” dal 2016. Ci stiamo riappropriando di tutto il patrimonio del Comune di Piacenza».

Quanto costa al Comune effettuare un corretto piano, anno per anno, di potature? «Diciamo che servono tra i 500mila e i 700mila euro all’anno per mantenere la corretta manutenzione delle alberature». L’assessore fa sapere di aver concordato con il resto della Giunta un aumento di 250mila euro per l’appalto del verde - finito al centro delle polemiche nel corso del 2019 - per quanto riguarda il 2021. «Ci siamo accorti che le cifre stanziate in passato non bastavano».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In città 25mila alberi: «Da potare 3mila all’anno, per un costo tra i 500 e i 700mila euro»

IlPiacenza è in caricamento