rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
La memoria

Inaugurata la targa in memoria delle vittime delle marocchinate

Nel giardino “Norma Cossetto” la targa che ricorda gli stupri subiti

Presso il giardino “Norma Cossetto”, situato tra via Ranieri Schippisi e via Luigi Marzioli, è stata inaugurata una targa in memoria delle Vittime delle truppe coloniali inquadrate nel Corpo di Spedizione Francese durante la Campagna d’Italia 1943-1944. Esprime il suo plauso per l’iniziativa l’associazione nazionale vittime delle marocchinate, il sodalizio che da molti anni divulga l’informazione storica sulle violenze compiute dalle truppe coloniali francesi in Italia durante la seconda guerra mondiale. «Ringraziamo il sindaco Katia Tarasconi e tutta l’amministrazione comunale – dichiara Emiliano Ciotti, presidente dell’associazione nazionale vittime delle marocchinate – per la decisione di collocare, nel giardino dedicato alla giovane martire istriana, una targa dedicata alle donne e agli uomini che subirono inenarrabili violenze nel 1943-1944 per mano dei francesi. La memoria è importante – conclude Ciotti – serve come monito e insegnamento alle giovani generazioni, affinché questi crimini non possano più ripetersi». Alla cerimonia l’Anvm era rappresentata dalla professoressa Carla Cruccu e da Manuel Radaelli, referente cittadino del sodalizio. Presenti l'assessore alla cultura Christian Fiazza e i consiglieri comunali Gloria Zanardi, Nicola Domeneghetti e Sara Soresi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurata la targa in memoria delle vittime delle marocchinate

IlPiacenza è in caricamento