Infortuni sul lavoro, al via la denuncia online anche in agricoltura

L’invio esclusivamente online della comunicazione entra in vigore dal 9 ottobre anche per il settore agricolo: gli uffici di Confagricoltura Piacenza a disposizione dei cittadini

L’invio esclusivamente online della comunicazione in caso di infortuni sul lavoro entra in vigore dal 9 ottobre anche per il settore agricolo.  Le istruzioni sulla denuncia di infortunio telematica in agricoltura sono state fornite con la circolare Inail n. 37 del 24 settembre 2018 e l’obbligo di trasmissione in modalità telematica riguarda i datori di lavori inquadrati ai fini previdenziali e assicurativi nel settore agricoltura e registrati negli appositi registri Inps. La denuncia/comunicazione di infortunio potrà essere inviata online anche dagli intermediari e dai loro delegati e alla denuncia inviata in modalità telematica dovrà essere allegata le delega alla presentazione. Gli uffici di Confagricoltura Piacenza sono a diposizione per il nuovo adempimento. Per l’uso del servizio telematico l’Inail ha realizzato l’applicativo “Gestione DL agricolo” che contiene i dati anagrafici delle diverse tipologie di datori di lavoro del settore agricoltura (aziende agricole, coltivatori diretti, coadiuvanti familiari, imprenditori agricoli professionisti) ed è aggiornato con i dati forniti dall’Inps con cadenze periodiche.

Per accedere in autonomia ai servizi telematici Inail, i datori di lavoro del settore agricoltura dovranno essere in possesso di profilo di “Utente con credenziali dispositive”, acquisibile tramite il servizio   “Richiedi   credenziali   dispositive”   disponibile   sul   portale   www.inail.it,   oppure effettuando l’accesso con una delle modalità  di  seguito riportate: Spid,  Pin Inps, Carta Nazionale dei Servizi (Cns). La richiesta può essere presentata anche alle sedi territoriali dell’Inail.

Nel caso di infortunio sul lavoro, il lavoratore appartenente al settore agricoltura dovrà fornire al datore di lavoro il numero identificativo del certificato medico, la data di rilascio e i giorni di prognosi indicati nel certificato. Si tratta dell’obbligo previsto per i lavoratori di date immediata notizia al datore di lavoro dell’infortunio. Nel caso in cui non disponga del numero identificativo del certificato, il lavoratore dovrà fornire al datore di lavoro il certificato medico in forma cartacea. Sempre in merito al certificato medico, la circolare Inail specifica che i datori di lavoro agricoli così come la generalità dei datori di lavoro sono esonerati dall’obbligo di trasmissione del certificato medico di infortunio sul lavoro o di malattia professionale, ma devono effettuare la procedura di denuncia. Resta infatti fermo per il datore di lavoro l’obbligo di trasmettere la denuncia/comunicazione di infortunio entro i termini previsti dalla norma. «Ricordiamo – sottolinea la nota di Confagricoltura – che come intermediari   i   delegati   dei   nostri   uffici   possono   accedere   al   servizio   per   l’inoltro   della denuncia/comunicazione di infortunio per il settore agricoltura con le credenziali già in loro possesso e utilizzate per effettuare gli adempimenti  per conto delle aziende in delega. Invitiamo chi ne avesse necessità a rivolgersi a noi senza perdere tempo prezioso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento