rotate-mobile
Mafia

Interdittiva antimafia per tre società di trasporti e costruzioni, la decisione della prefettura 

L'attività a seguito della richiesta d’iscrizione nella White List da parte di una delle tre società interdette

Il prefetto di Piacenza Daniela Lupo ha recentemente emesso tre interdittive antimafia nei confronti di altrettante società, attive nei settori dei trasporti e delle costruzioni, con sede a Piacenza e a Monticelli. L’interdittiva impedisce alle società di contrarre con le pubbliche amministrazioni e di ottenere finanziamenti e sussidi pubblici.

L’attività di prevenzione della Prefettura-Utg a tutela del sistema produttivo legale è stata avviata a seguito della richiesta d’iscrizione nell’Elenco provinciale dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori non soggetti a tentativo d’infiltrazione mafiosa (White List) da parte di una delle tre società interdette. Grazie agli accertamenti effettuati dal Gruppo Interforze Antimafia istituito presso questa Prefettura-Utg, è emerso un palese intreccio societario e familiare tra le predette imprese, risultate riconducibili al medesimo assetto proprietario.

Prosegue l’attività antimafia dell’Ufficio, che dal 2019 ad oggi ha portato all’adozione di 16 interdittive, delle quali: 8 per collegamenti con la ‘ndrangheta, 6 con la camorra, 1 con la criminalità organizzata cinese e 1 per associazione a delinquere di cittadini pachistani finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interdittiva antimafia per tre società di trasporti e costruzioni, la decisione della prefettura 

IlPiacenza è in caricamento