Italgas estende le donazioni alla Protezione Civile e all'Ospedale di Piacenza

Obiettivo: ulteriori risorse sia per la Protezione Civile, sia per le strutture ospedaliere che potranno destinare il contributo al potenziamento dei laboratori di microbiologia e virologia, all’attivazione di nuovi posti letto o strutture addizionali di terapia intensiva, all’acquisto di dispositivi medici e ogni altra attività utile a migliorare il supporto ai malati

L’impegno del Gruppo Italgas a sostegno delle organizzazioni in prima linea nella lotta contro il diffondersi del Coronavirus continua e si estende all’ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza, al Policlinico San Matteo di Pavia, allo Spallanzani di Roma e al Cotugno di Napoli, per ognuno dei quali la Società ha disposto una donazione. Queste liberalità si aggiungono a quelle disposte nei giorni scorsi per gli ospedali Sacco di Milano, Amedeo di Savoia-Asl Città di Torino e Azienda Ospedaliera di Padova. 

A sostegno dell’azione della Protezione Civile, Italgas ha effettuato una donazione diretta ed inoltre ieri ha lanciato la campagna di solidarietà «Insieme per l’Italia, dona una tua giornata alla lotta contro il Coronavirus», grazie alla quale i dipendenti del Gruppo possono destinare l’equivalente economico di ore del proprio lavoro. Il ricavato verrà integrato da una cifra di pari importo donata dal Gruppo Italgas e devoluto alla Protezione Civile. L’intento di Italgas attraverso queste azioni è di mettere a disposizione ulteriori risorse sia per la Protezione Civile, sia per le strutture ospedaliere che potranno destinare il contributo al potenziamento dei laboratori di microbiologia e virologia, all’attivazione di nuovi posti letto o strutture addizionali di terapia intensiva, all’acquisto di dispositivi medici e ogni altra attività utile a migliorare il supporto ai malati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento