Attualità

«L'ampliamento degli orari della discarica disincentiva una corretta raccolta differenziata»

La sezione di Forza Italia di Cadeo, guidata da Fabio Botti e Paolo Epifani, interviene sulla questione che riguarda il servizio di raccolta dei rifiuti del Comune

Foto di repertorio

La sezione di Forza Italia di Cadeo, guidata da Fabio Botti e Paolo Epifani, interviene sulla questione che riguarda il servizio di raccolta dei rifiuti del Comune. "Siamo recentemente venuti a conoscenza  che vi sarà un ampiamento dei giorni di apertura della stazione ecologica e uno svuotamento delle cosiddette benne del verde, due volte alla settimana. Il servizio in questione è svolto da Iren, ma l’organizzazione dello stesso è fatto secondo i dettami dell’Ato regionale e da ultimo di concerto con il Comune. Ampliare l’apertura del centro di raccolta, se da un lato agevola il conferimento, dall’altro disincentiva il cittadino a fare una corretta differenziazione a domicilio. Oramai anche a Piacenza, e in alcuni comuni, è stato organizzato il servizio di raccolta cosiddetto 'puntuale', dove viene raccolta a domicilio la frazione organica, la carta, il verde e l’indifferenziato volgarmente detto 'nero', mentre rimangono campane stradali per vetro e plastica e lattine insieme. Questo metodo è consolidato e permette di raggiungere livelli di differenziazione molto spinti, generalmente oltre l’80%. Il vantaggio è che una parte della tariffa viene calcolata sugli effettivi svuotamenti dei contenitori domiciliari dell’indifferenziato in modo che più il cittadino differenzia e meno paga in bolletta. Questo metodo premia le famiglie più virtuose a discapito di chi è meno sensibile. Inoltre la raccolta domiciliare del verde, sospesa solo nei mesi invernali, diventerebbe molto funzionale per le tante case del territorio di Cadeo che hanno siepi e giardini, ed eviterebbe ai proprietari l’onere di spostare questo materiale, in certe stagioni molto voluminoso, verso le benne sparse sul territorio ove molto spesso vengono abbandonati anche altre tipologie di rifiuto.
Al centro di raccolta andrebbero conferiti solo gli ingombranti (elettrodomestici in disuso) e altri materiali come macerie, batterie, oli esausti ecc. Non vi sarebbe neppure un aumento di costi perché differenziando in modo corretto e in alta percentuale, i costi di smaltimento diminuiscono e le famiglie più virtuose potrebbero arrivare a risparmiare qualche decina di euro all’anno. Questo è il sistema di raccolta e smaltimento che ci sentiamo di consigliare a chi amministra Cadeo: le nostre affermazioni sono anche supportate dalle esperienze pluriennali di comuni vicino a Cadeo, ad esempio Podenzano, San Giorgio e Cortemaggiore. Oltretutto miglioreremmo il decoro urbano, perché ambire ad un paese più bello fa parte del DNA di Forza Italia a qualsiasi livello amministrativo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«L'ampliamento degli orari della discarica disincentiva una corretta raccolta differenziata»

IlPiacenza è in caricamento