L’associazione Mamo al fianco dei Servizi Sociali comunali, per dare alloggio a una famiglia in difficoltà

L’assessore Federica Sgorbati ripercorre, con emozione, la vicenda che ha visto protagoniste una neo mamma e la sua piccola, entrambe ospiti per un periodo di quarantena, a causa del Covid-19, nella struttura allestita a San Polo

«So bene che alle parole preferiscono i fatti, come dimostrano le tante iniziative in cui si attivano per aiutare gli altri, ma vorrei ringraziare pubblicamente la Onlus Team Mamo e Paolo Garetti per il sostegno prezioso garantito, d’intesa con i Servizi Sociali del Comune, a un nucleo familiare in difficoltà, confermando l’attenzione concreta dell’associazione ovunque ci sia bisogno di un gesto di generosità». L’assessore Federica Sgorbati ripercorre, con emozione, la vicenda che ha visto protagoniste una neo mamma e la sua piccola (nata prematuramente e ricoverata dapprima all’ospedale di Parma), entrambe ospiti per un periodo di quarantena, a causa del Covid-19, nella struttura allestita a San Polo.

«Grazie al contributo del Team Mamo nel coprire i costi dell’affitto – spiega l’assessore Sgorbati – una volta terminato l’isolamento per ragioni sanitarie abbiamo potuto destinare un alloggio temporaneo alla bimba e ai suoi genitori, in un appartamento afferente a una struttura alberghiera della città, assicurando così un contesto dignitoso, protetto e tranquillo a una famiglia che aveva bisogno urgente di supporto».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«L’impegno per i più piccoli – sottolinea Paolo Garetti, referente del Team Mamo a Piacenza – è da sempre uno dei punti cardine della nostra associazione, nata in ricordo di un amico, Massimo Cocchi, che una malattia incurabile ha strappato troppo presto al nostro affetto. Pochi giorni prima di lasciarci, ci disse che avrebbe voluto fare qualcosa per i bambini e così, insieme ad alcuni altri amici “sparsi” per tutta Italia, abbiamo iniziato questa avventura, onorando la sua memoria con tanti progetti di solidarietà. Avevo dato all’assessore Federica Sgorbati la nostra disponibilità a intervenire in caso di necessità e così, quando è arrivata la richiesta, molto volentieri abbiamo fatto la nostra parte per dare una mano, che è l’obiettivo di tutte le nostre attività: dalla vendita di libretti di favole “autoprodotte” alle raccolte di fondi e donazioni, sino alla più recente collaborazione con altre realtà per le magliette benefiche dedicate al nostro territorio piacentino, con lo slogan ci rialzeremo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento