L’eco di Giulia del Colombini vince l'ultima edizione della "Scuola di Giornalismo"

I ragazzi del Colombini

Il giornalismo studentesco concretizza gli aspetti innovativi più della scuola. L’eco di Giulia del Colombini vincitore della scuola di giornalismo 2017-18. La pagina realizzata dai giovani impegnati nella redazione de L’Eco di Giulia del Liceo Colombini di Piacenza si è guadagnata il podio più alto della 29esima edizione della Scuola di giornalismo di Libertà in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale e Credit Agricole, che si è tenuta nel campus di via San Bartolomeo.  Il tema approfondito dai redattori del Colombini è un’analisi del mondo delle donne, “a volte vittime e a volte carnefici, con una testimonianza di un omicidio di mafia, con l’analisi sulle violenze di genere a Piacenza, e con la contemporaneità di donne importanti e a volte dimenticate”.

Premi ex aequo per “i pregi complessivi” sono stati conquistati da il Calimero dell’Istituto Casali, Acuto del Liceo Gioia, e Vite dell’Itas Raineri. Menzioni speciali a “Lo scartafaccio” del Casali e “Voltafaccia” del Liceo A. Volta, entrambi di Castelsangiovanni. Altri protagonisti dell’edizione anno scolastico 2017/2018 è stato: Obiettivo terra, istituto prof. agricoltura e ambiente Marcora di Cortemaggiore - Il teodolite/Slang, Itcg Ttramello Piacenza/Bobbio - A conti fatti, itc/itis Volta, Borgonovo, Il Novello, Marcora di Castelsangiovanni – Il buco, Liceo Respighi Piacenza - Mattei's blog (Carpediem), Istituto Mattei Fiorenzuola - Libera la mente, Istituto Marcora, sezione staccata presso casa circondariale di Piacenza - Hell, Istituto Marconi, Piacenza – The Mente, itc Giandomenico Romagnosi Piacenza.

Il meeting è iniziato stamattina alle 9 con l’esposizione delle testate giornalistiche studentesche partecipanti ed è proseguito con la tavola rotonda che ha posto a confronto le attese dei giovani e rappresentanti del mondo della scuola. I lavori sono poi proseguiti con il coordinamento di Angelo Melfa, direttore del C.I.D.I.S., con Giancarlo Schinardi e con gli interventi, tra gli altri, del consigliere comunale Sergio Pecorara e del consigliere provinciale Paola Galvani che hanno formulato l’augurio ai giovani redattori più appassionati di poter firmare i loro articoli su testate professionali; la dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Ada Guasconi ha indicato il meeting come un “matrimonio tra scuola e territorio” che concretizza gli aspetti più innovativi della scuola e il giornalista Per Carlo Marcoccia - che ha visto nascere l’annuale rassegna della stampa scolastica 29 anni fa quando era allievo del prof. Schinardi al Liceo scientifico – che ha posto l’accento sulla rivoluzione in atto nel sistema informazione, evidenziando che chi ha scelto di far parte delle redazioni studentesche, anche se non diventerà un giornalista, sarà comunque un lettore molto consapevole e preparato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento